Salta al contenuto principale

Inizia la protesta contro l'Ospedale a PIano D'Accio...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Una piccola premessa.
Noi siamo per il contenuto come essenzialità e poi per il contenitore come consequenzialità.
Eccellenze mediche, infermieristiche, corredate con strumenti di ultima generazione.
Scontata la gentilezza e l'educazione verso il paziente e la famiglie.
In sintesi, il nuovo ospedale della provincia di Teramo, dovrà essere dotato di una struttura a raggiera, capace di adattarsi con i moduli ad ogni emergenza sanitaria.
Un ospedale che si estende  in maniera orizzontale e non verticale. 
Il luogo?
Il Mazzini a Villa Mosca è Teramo.
Il Mazzini a Villa Mosca è il capoluogo.
IL Mazzini a Piano D'Accio è il futuro scelto, periziato e vincolato.
La politica dovrà solo trovare il coraggio di rendere ufficiale una scelta presa anni fa e che abbiamo anticipato con articoli nel 2018, 2019 e 2020.
https://iduepunti.it/18-09-2020/la-luce-dal-mazzini-di-teramo-progetti-chiari-ma-veloci-la-pet
Il  pericolo di creare una cattedrale nel deserto a Villa Mosca è di dare urbanisticamente, economicamente l'ultimo ferale colpo a Teramo è la spinta dei comitati a protezione del Mazzini nella nostra Interamnia.
( progetto ospedale Mazzini a Villa Mosca  https://iduepunti.it/25-10-2019/futuro-lospedale-di-teramo-sorgera-villa-mosca)
La battaglia sarà a suon di ricorsi amministrativi e di proteste in piazza con la raccolta di migliaia di firme.
La protesta sarà a suon di sit-in o sit down, davanti all'asl di Teramo.

...e non finisce qui....

 

Commenta

Commenti

Io lo preferisco a Piano D'Accio

Peramo ormai è morta...meglio Piano d'Accio

la CATTEDRALE è la chiesa più importante della diocesi dove sta la CATTEDRA (il TRONO del vescovo), se poi la cattedrale con detto strurziano sta nel DESERTO, luogo quindi INADATTO, allora avremo anche un inadatto TRONO nel deserto, poi se la CATTEDRALE NEL DESERTO è posta vicina ad una CATTEDRALE DEL CONSUMO avremo un TRONO ADATTO AL CONSUMO... dei corpi.

e vai perdiamo ancora tempo e lasciamo teramo fanalino di coda in Abruzzo!
La colpa cari blogger è anche la Vostra che, a volte, cavalcate proteste di principio giusto per il gusto di creare polemiche e like!

I punti nevralgici ovvero scuole, ospedali, centri culturali (e non commerciali!!) di una città intendendo non solo il centro “storico” ma tutta l’area urbana dovrebbero rispondere a determinati requisiti. Primo fra tutti l’accessibilità, la facilità di essere raggiunti ovvero essere vicini a snodi ferroviari, stradali che permettano anche rapide eventuali evacuazioni.
Dunque a Teramo si progettano o si permette che rispettino questi requisiti non le scuole, non gli ospedali ma i centri commerciali. Non ultimo il nuovissimo in ultimazione dietro la stazione laddove sarebbe stato perfetto il polo scolastico. Le scuole invece mettiamole nei dedali di strade a senso unico, con le doppie file perenni. Gli ospedali abbarbichiamoli sui cucuzzoli ed evitiamo di farli raggiungere dai mezzi pubblici che partono solo da piazza San Francesco senza pensare all’utenza fragile che abita in periferia e deve cambiare più di un bus, e senza pensare a chi fragile non è, ma l’auto non la vorrebbe usare.
Al posto del Mazzini, la sede dell’IZS: svetterebbe in alto senza un’ulteriore cementificazione delle belle colline di Teramo.

Perchè protesta ? A tantissimi, come me, va benissimo Piano D'Accio facilmente raggiungibile. Al vecchio Mazzini o il polo scolastico oppure IZS oppure Comune Procincia ecc.

Io lo preferisco a Piano D'Accio

L'ospedale deve essere costruito vicino al Mazzini e no Piano D'Accio! Nel sito di Piano D'Accio c'è un impianto di produzione di asfalto......come si concilia con un nuovo ospedale????