Salta al contenuto principale
|

Izs/Comune di Teramo. Documenti segreti poco segreti

di Giancarlo Falconi
1 minuto

La Trasparenza è saltata nell'interrogazione da tempo delle domande, il question time, del consigliere comunale di Futuro In, Franco Fracassa.
Un documento a firma anche dell’Ass. Falini e del dirigente dell'ufficio legale che se divulgato avrebbe potuto nuocere alla difesa del comune a favore dell’Izs.
In ballo i due contenziosi che potrebbero diventare transazioni e non giudizi.
La vendita dell’ex Mattatoio e il canile comunale.
Diversi milioni di euro e un pari e patta che sempre secondo Fracassa non è diventato contratto per i cattivi rapporti politici all’interno della maggioranza con il presidente Izs, Manola Di Pasquale.
Siamo passati da una semplice firma davanti al notaio al rischio di dover pagare diversi milioni di euro.
Il sindaco D'Alberto ha rassicurato sul continuo contatto con l'Izs ma la rinuncia alla zona del mercato ortofrutticolo fa intendere un altro finale della storia e dei rapporti frizionati tra Manola Di Pasquale e il consigliere comunale Maurizio Verna.

Chi pagherà il conto salato?

Commenta

Commenti

Ma vuoi vedere che c'entra per caso il "corto circuito" della mancata delocalizzazione della Centrale Enel della Cona in zona Gattia?
Quest'ultima accelerazione politicamente venduta come un successone, semplicemente per spostare la Centrale al di là della strada ma non toglierla dal quartiere mi puzza di bruciato.