Salta al contenuto principale
|

CHIUSURA DEL TRAFORO DA STRADA DEI PARCHI. ORA BASTA....

2 minuti

In merito alla boutade avviata da Strada dei Parchi che vorrebbe imporre la chiusura del traforo del Gran Sasso per la Mobilitazione per l'Acqua del Gran Sasso fin dall'inizio non si dovevano assecondare i desideri della concessionaria, a partire dalla richiesta di un Commissario, ma, al contrario, metterla davanti alla sue responsabilità.

Bene quindi la posizione del sindaco di L'Aquila Biondi con la diffida per scongiurare il blocco della viabilità sull'arteria strategica e, nel caso, per ottenere la valutazione del ritiro della Concessione da parte del Ministero delle Infrastrutture. Era la risposta da dare fin dall'inizio agli annunci di Strada dei Parchi. Invece la politica è andata dietro ai voleri del concessionario sul Commissario. Ora, come avviene sempre in questi casi, la società non si accontenta e alza ulteriormente l'asticella dello scontro.

Ma dove si è mai visto che un soggetto posto sotto accusa da una Procura per fatti specifici relativi alla normali precauzioni - a partire dai lavori di manutenzione - che avrebbe dovuto prendere nella gestione del tunnel rispetto alla qualità dell'acqua utilizzi ora proprio questo bene pubblico, l'autostrada, gestito a prezzo carissimo per gli utenti, nella propria strategia processuale di autodifesa scaricando tutte le conseguenze sui cittadini e sull'economia del paese? Con la Magistratura che non ha posto sotto sequestro l'autostrada né imposto altre misure cautelari, come si fa a parlare di "reiterazione del reato"?

La politica non resti ostaggio dei voleri del privato ma alzi la testa, considerato anche lo stato generale della manutenzione dell'infrastruttura affidata al privato.

Auspichiamo che tutte le amministrazioni e i portatori d'interesse attacchino le posizioni inaccettabili di questa società richiamandola alle proprie responsabilità.

La sicurezza di acqua, tunnel e laboratori si ottiene ripartendo dai 10 punti elencati dalla Provincia di Teramo e dall'assemblea dei sindaci del teramano. Tra questi: tavolo di coordinamento nazionale con il Governo, reperimento dei 172 milioni di euro per i lavori, allontanamento delle 2.300 tonnellate di sostanze pericolose dai Laboratori, nessuna deroga alle norme poste a tutela di salute e ambiente.

MOBILITAZIONE PER L'ACQUA DEL GRAN SASSO

Segreteria Operativa Forum Abruzzese dei Movimenti per l'Acqua 

Commenta

Commenti

Ma come si possono privatizzare le strade ???
Come si puo' dare ad un privato la gestione della cosa pubblica ?
Tutto cio' che toccano i politici, diventa letame.
Questi moderni Re Mida a rovescio...

Propongo a tutti i pendolari che passano dal traforo di non pagare il transito fino a sabato notte. Facendo il mancato pedaggio. In questa maniera sarà una forma di protesta più incisiva

Queste cose sono concepibili.ed attuabili solo.in Italia.
Il.buon.Tolinelli,insieme a Conte,Di Maio.e Salvini,perché di fronte allo.scandaloso.ricatto da parte della Soc. AUTOSTRADA DEI.PARCHI,non ha revocato fin.da.subito le concessioni?
È inammissibile tutto.cio'........
Per usare un.detto abruzzese:"LA.VACCA.DISSE.CURNUTE.ALL'ASINE.E L'ASINE IARSPUNNO'....RICCHIO'....."

il bancomat dove sta' ? milioni per toto, chiusura scongiurata.

Moltitudine di dormienti vagano sperduti
Come si concilia l’opera di presa (ricordo che l’acqua potabile passa al centro sotto la strada senza alcuna protezione) con la percorribilità in sicurezza delle gallerie.
Nessun Dorma

Ma il nostro ex Governatore il famoso D'Alfonso che è FUGGITO A ROMA per il bene degli Abruzzesi, che da Roma come lui ha detto per giustificare la sua fuga.. "Io vado a ROMA per tutelare gli abruzzesi" dov'è? Forse per lui gli abruzzesi sono quelli di Pescara e Chieti?

Io credo che la situazione dei piloni è pessima, come si sa da mesi, per cui si prende la faccenda della procura di Teramo come scusa per chiudere l'autostrada, che comunque doveva essere chiusa prima o poi per effettuare i lavori. quel tipo di lavori sui piloni va fatto senza transito. Prima o poi dovevano chiuderla, meglio in estate visto che sulle Capannelle non c'è neve

Si, revoca delle concessioni a Toto e poi lo Stato risana l'intera autostrada, interventi che erano a carico del concessionario?
Forse si vuole arrivare a questo ?

Aspettiamo pazienti la promessa dei Cinquestelle di revocare le concessioni ai Benetton e a Toto.
Come la promessa di chiudere l'Ilva, di abolire la povertà, ecc. Ecc. Ecc.
Sveglia!!!!!!!

Peccato per chi deve frequentare le università perché per coloro che hanno lavoro al di là del traforo direzione L'Aquila o viceversa sarà molto semplice, malattia fino alla riapertura.