Salta al contenuto principale
|

Il Castello della Monica abbandonato a se stesso...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Cane al vento, erba alta, buche, sporcizia, rifiuti abbandonati.
Non è sempre colpa dell'Amministrazione ma anche dei cittadini incivili, eppure, la zona del Castello, il borgo medievale di Teramo anche se non è medievale, il Casino unicum di stili e di meraviglie del neogotico o moresco Gennaro Della Monica, non può essere lasciato alla vista di turisti o del buon gusto, senza l'abito delle grandi feste.
Per favore, piange anche il cuore oltre alle casse comunali. 
 

Commenta

Commenti

Ho abitato per oltre un decennio a fianco del Castello della Monica da giovane,frequentavo lavanda dell'Avviocato Don Gennaro Della Monica, essendo amico del figlio Pasqualino.
Ho avuto modo di poter ammirare alcune straordinarie cose al suo interno.
Oltre venti anni fa,mio figlio ebbe modo di proporre ,nella preparazione di un esame nella facoltà di architettura,una soluzione di ristrutturazione e trasformazione di questo Castello,presentando fra l'altro il lavoro da lui svolto insieme ad un compagno di università,in una mostra in Via Nicola Palma,questo loro lavoro.
Fu anche per altro molto apprezzato,ma purtroppo,nonostante siano trascorsi 40 anni dalla permuta fatta dell'immobile fra il la famiglia Della Monica ed il Comune credo di ricordare,nonostante da almeno due decenni,bancate ed altro siano presenti intorno al Castello,restringendo la sede stradale,nonostante molti politici,si siano riempite la bocche con questa ristrutturazione......tutto è fermo come prima,anzi peggio di prima.
Viva sempre la nostra Italia.....

@carlo
I lavori sono iniziati... tardi, ma sono iniziati.
Ci sono adeguati fondi stanziati per fare un ottimo lavoro.
Speriamo bene. Incrociamo le dita.