Salta al contenuto principale
|

Orgoglio. Teramo è vicina al popolo albanese....

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Teramo è solidale con i fratelli albanesi per le vittime, i feriti e gli sfollati del terremoto.
Uno striscione a unire le colonne dei portici dell'ex Banco Di Napoli a raccontare ancora una volta l'alto esempio civico e civile della Casa del Popolo.

Nel frattempo vi ricordiamo che la giunta regionale presieduta dal Presidente Marco Marsilio, ha autorizzato l'intervento richiesto dal dipartimento nazionale di Protezione civile di soccorso alla popolazione albanese, colpita dal sisma che è ancora in atto. Nel dettaglio la richiesta riguarda l'allestimento di una tendopoli capace di ospitare 250 terremotati. Una delegazione composta da 60 persone tra personale del servizio di emergenza della protezione civile regionale e volontari è pronta a partire nell'arco di 24 ore a seguito di una eventuale chiamata da parte del dipartimento nazionale.

Altro orgoglio di una terra generosa. 

Commenta

Commenti

Quello che i tg nazionali italiani non dicono

Quello che percepisco io, piuttosto, è l'alto esempio di imbrattare la proprietà privata altrui.
Non sono i contenuti il discrimite tra il lecito e l'illecito.
Il senso di quello striscione è lo stesso dei mille volantini degli pseudotifosi del Teramo, delle pubblicità varie, ecc.
È solo un tassello in più al degrado della città.
Regolato da un Codice Civile fatto ormai di parole vuote...
Detto da uno che di Pasquinate se ne intende, è tutto dire...
Che poi, a guardare bene, quello striscione è pure
storto!