Salta al contenuto principale
|

Michele Seccia lascia Teramo per Lecce...

1 minuto

L'avevamo scritto un anno fa.
Era costata una sberla cresimale all'ex direttore di Teleponte, Alfredo Giovannozzi.
Michele Seccia da Teramo arriverà come Arcivescovo Metropolita a Lecce.
Al termine dell'anno Berardiano che si concluderà al 901 anniversario della diocesi di Teramo, il 19 Dicembre.
Roma?
La Chiesa Romana guarda Teramo.
Non è una frase sibillina da Angeli e Demoni ma una litania che si sente ripetere nelle segrete stanze curiali.
Che cosa lascerà, Michele Seccia, ai cattolici teramani?
Fede, tanta fede.
C'è voluta tanta fede e il forte ricordo di Padre Serafino e Antonio Ragionieri per continuare nel Credo.
Pietas.
 

Commenta

Commenti

|

PROMOVEATUR ut REMOVEATUR ?
Un vescovo dalle larghe vedute se ne va, i misteri della quasi sonnecchiante Teramo forse un giorno verranno svelati.
Oggi però voglio ricordare il QUASI SANTO padre Serafino che diceva ".....noi preti dobbiamo essere leoni nei salotti e agnelli nelle sacrestie e .....non viceversa!!
Voglio ricordare anche quel GENTILUOMO di Tonino Ragionieri che un giorno disse "...e poi per essere un buon cristiano basta onorare Dio ed essere GIUSTI "
Meditate GENTE!
Aznavour

|

Era ora. Speriamo che venga nominato il nostro caro Don Gianfranco De Luca ex parroco di San Nicolò!

|

Spero che non ci ripensi.

|

Arriverà una altro pugliese protetto di galantino......uff!

|

Molto attaccato ai valori e ....sapori della terra e del mare