Salta al contenuto principale
|

Video: Teramo Mare: Fate attenzione. Frana in un breve tratto...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Sulla qualità di costruzione della strada della Teramo Mare abbiamo scritto un fiume di parole. Lo stesso fiume che quando vuole si riprenderà il suo letto a respirare. Lo stesso fiume che si è portato via nel 2013 un'intera rampa, lo stesso fiume che segue semplicemente la natura. La Teramo Mare? Tutto un dosso, un avvallamento, un giunto rotto e il limite di velocità che viene portato a 90 chilometri orari. A breve sarà più rapido il tratto della vecchia statale 80. Oggi? Peggio di ieri. Mentre si ufficializza il quarto lotto con uscita a Cologna e un'altra stazione a Colleranesco, la Teramo Mare, nella sua corsia di accelerazione di Bellante verso Teramo, ( foto Sandroman) sta franando sempre verso il fiume. Il tratto è stato delimitato dai birilli. Tutto a posto. 

Commenta

Commenti

Tuttapposhto!!!!!
Domani portate le palle che giochiamo a bowling.

La Teramo mare come segnale della natura sulle vicende umane, mi spiego meglio. La superstrada franò appena Chiodi fu nominato governatore della regione e quindi al massimo "splendore" del Modello Teramo e adesso la stessa superstrada frana nel momento decadente del sindaco Brucchi.
Si prevedono eventi politici "naturali".
La Terra che reagisce.
NON ANDATE DAL NOTAIO. BRUCCHI NON ANDARE CONTRO NATURA....

E questi qua insistono a volerci costruire un ospedale nell'alveo del TORDINO

...e non è l'unico punto che sta "franando"...

Che schifezzzzz😕😕😕

Fra poco,se continuano le problematiche franose,si camminerà s questa arteria a 50 Km/h e così torneremo a far concorrenza alla Statale "150 "costruita credo nel periodo mussoliniano!

O mamma i birilli?Pensavo ci mettessero le transenne!!!

un camion di breccia e di asfalto ed è tutto risolto....

Ma qualche titolato COMPETENTE vorrà mettere in sicurezza quest arteria stradale o si sta aspettando che qualcuno ci..........😬😠😢???

Prima o poi la Natura si mangera' l'uomo che giocoforza si estinguera'.
Troppo stupido per vivere.
Troppo presuntuoso per abitare in questo paradiso.
Gli animali erediteranno la Terra.
Finalmente un Pianeta con forme di vita intelligenti nell'Universo...

E come la metti in sicurezza?
Per farla a regola d'arte devi prima mettere in sicurezza il fiume, ma seriamente non con 4 gabbiette piene di sassi, bisogna ricostruire argini e alvei. Poi quando il fiume é sicuro nel suo letto, la rifai con le giuste pendenze in modo che l'acqua scoli verso l'esterno e sia convogliata verso il fiume. Basta prendere il manuale del legionario romano e andare al capitolo strade, ponti e infrastrutture... MA vaffanculo a ingegneri, geologi e architetti incompetenti, che costruiscono pensando di tenere a bada la natura.