Salta al contenuto principale
|

Le belle notizie: 13 enne di Colledara vincitrice delle Olimpiadi Astronomiche

1 minuto

Tredici annni, una passione per la conoscenza a 360 gradi. E' il ritratto di Francesca Di Sabatino, alunna della classe 3B della scuola secondaria di primo grado di Isola del Gran Sasso, vincitrice delle Olimpiadi dell'Astronomiasezione junior 1. Francesca, infatti, è arrivata prima nella gara interregionale del centro Italia e con altri venti ragazzi italiani disputerà la finale nazionale del prestigioso concorso bandito dalla Salt ( Società astronomica italiana) e dall'Inaf (Istituto nazionale di Astrofisica). "E' un amore, quella per l'astronomia, che coltivo da quando sono piccola- ha affermato l'alunna- ma questa esperienza per me è stata particolarmente significativa anche perchè ha dato modo a noi ragazzi di confrontarci e di aiutarci". Una sfida davvero entusiasmante, se si pensa che gli argomenti richiesti per affrontare le prove delle Olimpiadi sono trattati solo marginalmente nei programmi scolastici. "E' proprio così- afferma con soddisfazione per il successo ottenuto la Dirigente, dottoressa Giovanna Falconi. "Sono davvero orgogliosa dei miei ragazzi che danno prova di grande impegno, competenza e determinazione. Sono un esempio per tutti. Ringrazio anche i docenti, i professori Di Cesare e Di Donato e la professoressa Bizzarri, che hanno accompagnato didatticamente Francesca in questa avventura. Ancora una volta il nostro Istituto si è distinto per un risultato eccellente e sono certa che il futuro ci riserverà altre belle sorpre

Commenta

Commenti

Vivissimi complimenti e grandi in bocca al lupo!
Grazie anche alle scuole e agli insegnanti che si adoperano per offrire possibilità ai nostri ragazzi

Bravissima Francesca! Finalmente una bella notizia riguardante il comune di Isola del Gran Sasso! Persino Falconi non credeva a tanto e ti ha cambiato residenza! Giancarlo sei giustificato visto che dalla cronaca isolana, escono solo brutte notizie. A parte l'amaro sarcasmo, é giusto dire che la scuola, la didattica e gli insegnanti dell'Istituto Comprensivo, sono una delle poche eccellenze ancora rimaste tali in un territorio ormai all'abbandono totale.

Caro Nicola è un comunicato stampa.
Che brutta figura.