Salta al contenuto principale
|

Teramo. Banda di bulli. " Mio figlio è una vittima" ...Un genitore si racconta...

di Giancarlo Falconi
4 minuti

Dopo il nostro articolo sul pericolo a Teramo di una banda che bullizza gli adolescenti (https://iduepunti.it/16-10-2019/basta-con-lomerta-chi-sa-denunci-banda-bullizza-giovani-teramani ) ci hanno scritto 27 persone e altrettante segnalazioni di conferma sulla situazione di degrado sociale.

Leggiamo " Buongiorno. Sono di Teramo, genitore di un adolescente di xxxxxxxxxx anni.
IL suo articolo sui ragazzi teramani bullizzati e' stato argomento di conversazione con mio figlio mentre lo accompagnavo a scuola. Lui conosce bene questa situazione. Mi aveva parlato tempo fa di ragazzi albanesi che spacciano, minacciano e picchiano anche per avere una sigaretta. Stamattina mi ha confidato di essere stato provocato e spinto mentre camminava da solo in centro e di un amico aspettato fuori dalla scuola e picchiato. Conosce I loro volti, sa con certezza che sono albanesi e rumeni di Montorio, alcuni frequentano xxxxxxxxxxx altri sono piu' grandi. Ma queste sono informazioni che lei avra' gia'. Quello che mi preme dire e' che mio figlio cosi come I suoi amici ha molta rabbia per questa situazione e non vuole stare a subire quindi e' convinto che l'unico modo a Teramo per farsi rispettare e' rispondere a questa violenza con la violenza....per difesa dice lui ma e' quello che pensano tutti quegli adolescenti che non ci stanno piu' a subire. Le dico cosa mi ha detto che pensano" le forze dell'ordine sanno perfettamente chi sono e non fanno niente allora noi cominceremo a difenderci da soli....alle botte risponderemo con le botte" Cosa inquietante per me. Grazie per avermi ascoltato".


Parlate con i vostri figli e segnalate perchè il cerchio si sta stringendo.
Alla violenza si risponde con la legge, le denunce, la civiltà, il coraggio.

L'unico grande insegnamento che possiamo lasciare ai nostri ragazzi.
Bisogna collaborare con le Forze dell'Ordine sempre in ogni caso...
Forza...
 

Ma cosa si può fare contro bullismo e cyberbullismo? Ecco le 10 regole raccomandate dai pediatri di Waidid per gli adolescenti e i loro genitori:

1) Rispetta: Non offendere i tuoi compagni o amici. Anche se ognuno è diverso, la prima regola è il rispetto

2) Coinvolgi: se vedi un tuo coetaneo escluso dai giochi e dalle attività che fate, coinvolgilo, anche se può sembrarti diverso

3) Dialoga: subire il bullismo fa stare male. Parlane con un adulto di cui ti fidi, con i tuoi genitori, con gli insegnanti, con il tuo medico. Per i genitori: osserva il comportamento di tuo figlio. Ogni cambiamento improvviso nel suo comportamento, senza un motivo ragionevole, deve destare la nostra attenzione.

4) Segnala: se sai che qualcuno subisce prepotenze, parlane subito con un adulto. Questo non vuol dire fare la spia, ma aiutare gli altri. Per i genitori: parla in modo rassicurante con tuo figlio di quanto è successo, sollevalo dai sentimenti di colpa e premialo per averne parlato

5) Reagisci: se gli atti di bullismo diventano violenti, se ti prendono in giro sui social network, dopo averne parlato con la tua famiglia e la scuola se gli episodi continuano rivolgiti ai centri specializzati o a Carabinieri e Polizia di Stato

6) Non isolarti: spesso il bullo provoca quando sei solo. Se stai vicino agli adulti e ai compagni che possono aiutarti, sarà difficile per lui avvicinarsi.

7) No alla violenza: se uno o più persone compiono atti ripetuti di bullismo colpendoti, con violenza difenditi, ma non diventare violento anche tu. Per i genitori: non chiedete a vostro figlio di 'ripagare' il bullo con lo stesso comportamento

8) Fai buon uso dei social network: usa i social network in maniera responsabile e rispettosa per comunicare con i tuoi amici. Non 'taggare' i tuoi compagni senza aver avuto prima la loro autorizzazione, non parlare male di loro, non caricare video che potrebbero creare imbarazzo o vergogna

9) Pensa prima di agire: Cosa succede se compio quel gesto? Prima di compiere certe azioni, pensa, rifletti e poi agisci. Certe azioni se gravi comportano delle violazioni della legge e si è perseguibili

10) Sconfiggi il bullismo!

i miei contatti falconigiancarlo@gmail.com 
Whatsapp 3405304066
H 24 


Leggete anche A Teramo i ragazzi si drogano anche a 11 anni

https://iduepunti.it/15-10-2019/video-teramo-alcuni-ragazzi-iniziano-drogarsi-11-anni

Commenta

Commenti

Io sono un genitore di un ragazzo, se mio figlio sarà vittima di bulli, dirò di stare tranquillo e di uscire senza problemi perché dietro, ben nascosto, ci sarò io ad aspettare i gesti dei bulli, per poi prenderli a calci nel culo facendo vedere a tutti i ragazzi bravi, che sono la stragrande maggioranze, che possono contare sul mio apporto; purtroppo le forze dell'ordine non possono fare nulla perché andare a fare una denuncia non risolverebbe il problema. Dobbiamo essere noi genitori a far capire a questi bulli che devono stare attenti quando vanno in giro, devono essere terrorizzati come hanno terrorizzato i vs figli, così capiranno quanto è brutto vivere una situazione del genere. Secondo me capiranno e torneranno ad essere ragazzi bravi, perché in fondo sono bravi anche loro....
Io ci sonooooooooooooooooo