Salta al contenuto principale
|

Al Ruzzo esiste la Legge Severino? Sub judice la nomina di Massimo Felicioni

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Non m'interessano gli accordi politici tra Ginoble e Gatti.
Non m'interessa il motivo per cui Brucchi ha delegato Franco Fracassa al Ruzzo.
Non m'interessa la ragione di Mariani che ha chiesto di visionare i curriculum dei candidati al collegio dei revisori dei conti.
Anzi, forse si. 

Ricordiamo solo che le ragioni di inconferibilità  sono contenute nel d.lgs. 8 aprile 2013, n. 39, Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50 della legge 6 novembre 2012, n. 190(in G.U. n. 92 del 14 aprile 2013, entrata in vigore il 4 maggio 2013)." Il d.lgs. n. 39/2013 precisa all’art. 1, lett. c) che per «enti di diritto privato in controllo pubblico», s’intendono le società e gli altri enti di diritto privato che esercitano funzioni amministrative, attività di produzione di beni e servizi a favore delle amministrazioni pubbliche o di gestione di servizi pubblici, sottoposti a controllo ai sensi dell'articolo 2359 c.c. da parte di amministrazioni pubbliche, oppure gli enti nei quali siano riconosciuti alle pubbliche amministrazioni, anche in assenza di una partecipazione azionaria, poteri di nomina dei vertici o dei componenti degli organi; mentre la lett. f) dispone che per «componenti di organi di indirizzo politico», s’intendono le persone che partecipano, in via elettiva o di nomina, a organi di indirizzo politico delle amministrazioni statali, regionali e locali, quali Presidente del Consiglio dei ministri, Ministro, Vice Ministro, sottosegretario di Stato e commissario straordinario del Governo di cui all'articolo 11 della legge 23 agosto 1988, n. 400, parlamentare, Presidente della Giunta o Sindaco, assessore o consigliere nelle Regioni, nelle Province, nei Comuni e nelle forme associative tra enti locali, oppure a organi di indirizzo di enti pubblici, o di enti di diritto privato in controllo pubblico, nazionali, regionali e locali...

Il consigliere comunale di Roseto, Massimo Felicioni non sarebbe nominabile nel collegio dei revisore dei conti del Ruzzo.
Massima stima per la persona e il professionista ma la legge è molto chiara.
Il Ruzzo potrà chiedere un parere esterno ai tanti avvocati che utilizza come consulenti.
Tanto un incarico in più, uno in meno.
Il conto a noi, il voto ai brillanti soci sindaci. 

Commenta