Salta al contenuto principale
|

Teramo. Spunta una terza ordinanza in odore di illegittimità. La Segretaria Comunale continua a non rispondere....

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Vi chiedo scusa.
Nel mio articolo pubblicato su questo blog ho commesso un errore.
L'età?
Ho dimenticato di segnalare una terza ordinanza non in odore di illegittimità ma illegittima e non ancora annullata.
Vi ricordo.
Scrivevamo " I cento giorni dall'esame
I cento giorni di Napoleone ( il ritorno di Napoleone Bonaparte a Parigi (20 marzo 1815) dall'esilio all'isola d'Elba e la restaurazione della dinastia dei Borbone sotto re Luigi XVIII (8 luglio dello stesso anno).
Gli oltre 100 giorni, era il 18 Aprile 2019, quando il capogruppo in consiglio comunale di Bella TEramo, Giovanni Cavallari, interrogò la Segretaria Comunale dell'Ente, sulla presunta illegittimità delle ordinanze su Quartiere San Giorgio e Santa Maria Bitetto, in quanto adottate senza delibere di giunta comunale come descrive e norma il codice della strada.
Chi risponde?
I cento giorni all'alba...anche per quanto riguarda la pulizia del rudere di via Muzii, vero?
Ordinanze senza autorità. 

Non abbiamo citato l'ordinanza  per la festa della Madonna delle Grazie. Ordinanza ritenuta errata dallo stesso assessore Filipponi in consiglio comunale.
Perchè l'atto non sarebbe stato ritirato?
Perchè si continua a non rispondere al consigliere Cavallari?
Perchè si parla di trasparenza e si risponde con l'opacità amministrativa?

 

Commenta

Commenti

solite burocrazie...

Doveva essere Lui il Sindaco di Teramo.
Troppo serio e preparato.

Sinceramente credo che sia l'unico a leggere e fare qualcosa.