Salta al contenuto principale

Le Primarie: Il delirio del centro sinistra teramano. Ora anche D'Alberto...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Il delirio è un convincimento errato incorreggibile.
Se dovessi associare le varie forme di delirio al centro sinistra teramano scriverei di delirio da toccamento o da grandezza.
Il paziente in questo caso parte del Partito Democratico di Teramo, quella parte che non ha un voto e che crede di essere estramamente importante, continua a minacciare la rottura sul nome di Giovanni Cavallari.
Il motivo?
Il delirio  di identità: colui che ne è affetto crede di essere  una persona importante come Sindaci, Ministri, Principi, Presidenti.
Il delirio erotomanico  e l'altra parte del partito che aprirebbe alle primarie con la coalizione di D'Alberto con il gruppo del mio amico FRancia che ha sempre definito il Pd in modi variopinti e offensivi; con il mio amico di destra Berardo Rabuffo e se volete continuo di coerenza e appartenenza.
Delirio da nichilista è la malinconia che viene a chi soffre della sindrome di Stendhal.
La follia di un partito democratico senza guida; senza idee, senza prospettive, senza pensiero.
Come si può arrivare al 14 Aprile senza la convinzione di puntare su di un candidato e un programma serio?
I vertici del Pd cambiano idea da un'ora all'altra.
Si chiama delirio di riferimento: il paziente attribuisce un significato speciale a oggetti, eventi o persone a lui prossime...
Ecco, appunto.
Chi deve decidere non decide e rimpalla da un calcio nel deretano a una dietrologia a posteriori.
Il Pd sta distruggendo il Pd, senza lasciare umanità, senza lasciare interesse sociale, senza lasciare la forza per le battaglie sociali, senza provare a recuperare la propria identità, senza lasciare tracce o dolori, perchè per soffrire, c'è bisogno di una vera coscienza pubblica. 
Vergognatevi. 
 

Commenta

Commenti

Perfetto, che si vergognino. Ma non dimentichiamo che anche la vergogna è una virtù che alcuni esponenti del PD non hanno mai avuta. Non hanno neppure le palle di scendere in campo da soli/e per vedere e constatare quanto la gente li disprezzi.

D'albergo con i suoi sodali è alla canna del gas -frutta. Sono degli incoerenti. Da due mesi che dicono di no. Hanno già perso.

D'Alberto sei arrivato alla frutta ....il tuo è un grido d'aiuto ....un consiglio ritirati

Red e Alvaro. Mi sa che voie ngiavete capite ninde. Gianguide aè lu future è une che hà sctate simbre mmezze a la gende. Giuuanne, ottima persone, duve a scate li luddeme tre anne?

Condivido perfettamente quanto da te scritto Giancarlo ed aggiungerei che il PD a Teramo,
grazie a questi continui dissensi ed ai puri personalismi ,non e' assolutamente in grado di trovare un candidato che potra' contrastare il centro destra o il.movimento cinque stelle.
Cercate di provare vergogna all'interno del.vostro
partito ,sempre che si conosca il.valore di questa parola..........

Caro Giancarlo, puoi benissimo dimostrare la tua simpatia per Cavallari senza però sminuire
O ignorare (non pubblicando documenti) chi non la pensa come te, dicendo che non hanno manco un voto. Se ci sono i voti o non ci sono è facile da sapere. Basta contarli. Ed ancora perché consenti a tanti vigliacchi che trinceRandi nell'anonimato insultato chi non la pensa come loro. Grazie e scusa la sincerità.

prendete uno capace e candidatelo....lasciate perdere le primarie, c'è poco da scegliere.....

Ma il PD è veramente gestito da persone incapaci e senza strategia. Credo che la voglia sia quella masochistica e autolesionista. Non hanno nulla ma non vogliono allearsi con chi è meglio organizzato per non far emergere la loro incapacità e disorganizzazione. Mi fanno quasi paura.

Caro Enzo, tu hai inviato un documento anonimo
Senza firme.
I firmatari che non firmano e ti lamenti degli anonimi?
Scusa la sincerità ma se volevi che il tuo documento venisse pubblicato, almeno, potevi apporre la tua firma.

Caro Scalone,
sei il tecnico degli incarichi provinciali e non solo.
Uomo e storia del PCI, dei DS e del comunismo innamorato del Renzismo più spinto oggi sei vicino agli ex di destra e del modello Teramo di Chiodi e di Brucchi.
Viva la coerenza

Caro Ottorino visto che qualcosa sai ti potrei chiarire tutto il resto su di me, ma ti devi far riconoscere. Fifone

Il M5s ringrazia!