Salta al contenuto principale
|

Chi l'ha visto: PIlotti abbandonato al coordinamento del Pd...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Le doti nascoste del capo gruppo del Partito Democratico in consiglio comunale?
La solitudine.,
Ieri al coordinamento provinciale è stato lasciato solo contro tutti.
Non c'era Stefania Di Padova.
Non c'era Sandro Mariani, oramai chiamato a scegliere Abruzzo in Comune.
Non c'era Simone Mistichelli.
Senza coraggio. 
Come si è indifeso il buon Pilotti?
Senza Whatsapp per via del down di internet e dei social.
Lo scopriremo in una prossima conferenza stampa dove verranno rivelati alcuni messaggi privati e di accordi politici passati con il centro destra.
Mauro Di Dalmazio durante il ballottaggio che fu definita alta strategia.
Teramo 3.0 espressione della Lega di Salvini e Fratelli D'Italia, altissima e levissima arte bellica.
Secondo Pilotti, centrifugato dal resto del partito democratico che la metà basterebbe per una veloce e imbarazzante dimissione, gli accordi erano tutti buoni tranne quello istituzionale con i sindaci della provincia per il cda del Ruzzo.
Strano che nessuno abbia parlato della terna in Fondazione Tercas.
Vero Pilotti?
Il caso Verticelli & Sciamanna?
Tutto rientrato.
Altra sconfitta degli assenti e del presente senza giustificazione.
Nel frattempo la Te.Am, la Ricostruzione, la Tercoop che continua con i pedaggi, la sicurezza stradale, il lavoro, l'ambiente, la sicurezza sociale sono temi secondari a un ricorso che la collettività teramana pagherà due volte.
I Whatsapp di Pilotti?
Tutti due di coppe e qualche disaccordo....

 

Commenta