Salta al contenuto principale
|

Il miracolo di Teramo. Il Palazzo di via Muzii non è più pericoloso...

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Aiutateci a comprendere.

Maggio 2018.

"IL decisionista.
Poche parole del Commissario Prefettizio al Comune di Teramo, Luigi Pizzi.
Dopo il crollo del muro e la messa in onda del nostro servizio https://www.youtube.com/user/tvpitalia l'Ordinanza del Preftto Pizzi non si è fatta attendere.
Tutto per evitare l'inagibilità indiretta.
Numero 103, si legge " 

ORDINA

Alla Ditta “La Bufera” in indirizzo, e per essa al suo legale rappresentante, di porre in essere, presso il cantiere
dell’edificio fatiscente e semidiruto di sua proprietà sito in Teramo, alla via Muzi n. 26-28-40, contraddistinto
in catasto al foglio 147 pat.lle nr.i 399, 714, 715, la messa in sicurezza dell’immobile, attraverso l’adozione di
idonei provvedimenti riferiti alle problematiche accertate ed evidenziate dal verbale del Gruppo Tecnico di
Supporto n. 1 del 16/4/2018; l’intervento indicato dovrà essere avviato e completato entro 20 (venti) giorni
dalla notifica della presente ordinanza, trasmettendo entro 5 (cinque) giorni dalla data di notifica della presente un piano dei lavori, al termine dei quali dovrà essere prodotta una relazione da parte di tecnico abilitato e qualificato per legge, che attesti le verifiche ed i controlli effettuati, nonché il ripristino delle condizioni di sicurezza per la pubblica e privata incolumità;

AVVISA

Che il mancato rispetto della presente ordinanza è sanzionato dall’art. 650 del Codice Penale e che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso gerarchico al Prefetto di Teramo entro trenta gg. dalla notifica;

DISPONE

infine, la notifica della presente ordinanza a:
- LA BUFERA s.a.s. di Di Lodovico & C, Via Michelangelo nr. 25, 64020 S. Nicolò a Tordino –
TERAMO;
- Al Legale Rappresentante della LA BUFERA s.a.s. di Di Lodovico & C, Dott. Lucio Di Lodovico,
Via Michelangelo nr. 25, 64020 S. Nicolò a Tordino – TERAMO;
- Questura di Teramo;
- Prefettura di Teramo;
- Comando Polizia Locale;
- Procura della Repubblica di TERAMO;
- ASL Dipartimento Prevenzione C.da Casalena;

Vedremo i tempi...".

13 Giugno 2018.
Appare tutto dimenticato.
IL palazzo non è più pericoloso.

Il crollo del muro non c'è stato e tutto va avanti tranquillamente.
Le transenne sono sparite e l'inagibilità indiretta dei palazzi adiacenti è una vecchia storia.
Se dovesse capitare un incidente a qualcuno?
Siamo a Teramo.
Non succede mai niente... 

 

Commenta

Commenti

evidentemente qualche tecnico lo ha ritenuto agibile...o no??