Salta al contenuto principale
|

Abruzzo. Autostrade A 24/25. Lavori in previsione di un forte sisma?

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Ascoltiamo e leggiamo Cesare Ramadori, amministratore delegato del gruppo Toto che gestisce l'autostrada dei Parchi e ci rendiamo conto, ancora una volta, che l'uso delle parole, il senso e l'importanza, sono ancora lontane dalla comunicazione sociale. 
Ricapitoliamo.
Microfoni di Rete Otto, in convegno organizzato nella sede de Il Centro

Qualche mese fa, gli organi di informazione hanno parlato della possibilità,entro la fine dell’anno, di una nuova scossa sismica nel Centro Italia, che potrebbe avere la stessa magnitudo del terremoto di Amatrice. Una elucubrazione che ci pone, comunque, il dovere di fare i lavori di messa in sicurezza al più presto possibile. Lo ha detto oggi a Pescara l’amministratore delegato di Strada dei Parchi Spa Cesare Ramadori intervenendo al workshop”Ricerca e innovazione: condivisione delle conoscenze ed unione delle forze per il pieno utilizzo dei fondi europei alla ricerca di un New Deal per l’Abruzzo”

In sintesi, i lavori dei famosi viadotti, lavori di un'importanza fondamentale per la sicurezza, lavori che impiegano 900 operai, lavori con fondi che sarebbero dovuti essere stanziati dalla Cassa depositi e Prestiti per oltre 250 milioni di euro, sono stati bloccati, nonostante che siano lavori vitali  in previsione di una forte scossa in Abruzzo? Un giorno qualcuno ci racconterà sulle effettive  manutenzione dell'Autostrada dei Parchi. 

Che cosa accadrà? L'AD Ramadori ha confermato che se non arriveranno i finanziamenti della Cassa  Depositi e Prestiti che anticiperanno quelli europei pronti nel 2021 sarà costretto a chiudere i cantieri. Altra soluzione? Sospendere il pagamento delle rate Anas fino al mese di Febbraio quando saranno stanziati i fondi del decreto Mezzogiorno.

Tutto vero, tutto giusto. Una sola cortesia. Non usate più la paura terremoto per sollecitare l'attenzione del Ministero delle Infrastrutture. Spiegateci cosa ha fatto in questi decenni l'Autostrada dei Parchi per la Manutenzione del caro, carissimo, costoso complesso viario. I nostri pedaggi? La concessione? I milioni di euro dell'ordinaria manutenzione? Quali sarebbero gli organi di informazione che certificano le previsioni dei terremoti?
Questo territorio sta pagando a caro prezzo la mancanza di prevenzione e l'assenza dello Stato. Autostrade e scuole. Autostrade ed edifici pubblici. Altro che terremoto. 
 

Commenta

Commenti

I terremoti non si possono assolutamente prevedere, se non con una scala temporale che si misura in secoli, se non i millenni.
Chi dichiara il contrario andrebbe arrestato per procurato allarme.

E che fa l'indovino? Piuttosto perché non spiega dove finiscono i lauti pedaggi ed il costo della concessione 30nnale?

Casello Teramo casello L"Aquila Ovest andata e ritorno costo pedaggio 12,00 Euro. VERGOGNA.!!!!!!!!

Io credo fermissimamente che sia arrivato il momento di TACERE su queste previsioni catastrofici delle forze tellurgiche possibili nel CItalia!!!
Le motivazioni sono note a tutte ergo....basta.
Solo il PEterno conosce l invisibile,noi previsori meteo e comune genti mortali dobbiamo star zitti.

Ve lo dico io cosa fa Autostrada dei Parchi. Appena nevica un po' di più come normale che sia a 1000 msl chiudono l'autostrada. Appena tira vento forte come normale che sia soprattutto in zone montane, chiudono l'autostrada (traforo in particolare).
Anche io so gestirla in questo modo.
Voglio entrare nel consiglio di amministrazione. Ma naturalmente senza responsabilità.

A 'sto giro non ho nulla da eccepire alla tua disanima.

Una società gestita dallo stato che spenna tutti gli automobilisti che mettono ruota sul loro asfalto... e se gli finiscono i soldi pubblici smettono i lavori.
Le spese non impattano sulla tariffazione... è pure busciardo.