Salta al contenuto principale
|

Teramo. Accendini, fazzoletti e sesso...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Accendino. Fazzoletto. Sesso.
Solo anziani.
Si avvicinano a uomini adulti.
Maturi.
Molto maturi.
Ci siamo occupati due anni fa delle ragazze di colore che viaggiano con il trasporto pubblico locale e sbarcano in tempo di pensioni.
Molte donne sono diventate una voce in uscita di tanti pensionati teramani.
Ognuno è libero di fare ciò che vuole, l'importante è che non ci sia lo sfruttamento e la riduzione in schiavitù.
Ma non è così, almeno non per noi. 
Ma la strada ha altre regole di sopravvivenza. 
Ieri mattina, una cara amica, ci ha raccontato di un uomo teramano che in pieno centro ha cercato di dissuadere queste ragazze a non svendere il proprio corpo.
Una conversazione dai toni accesi ma educati.
Tutto tra il Duomo, l'Anfiteatro e il retrostante supermercato.
Il dubbio?
L'ondata.
Si muovono insieme come un'alta marea.
L'Amarezza di un'onda che ruba un pò di sabbia alla spiaggia...
Ecco, amarezza-
Possiamo commentare con un termine che ci ricorda l'accoramento, la tristezza, la malinconia.
Una donna non sarà mai come un accendino, un fazzoletto, una torcia,  eppure, ci sono gli uomini. 


 

Commenta

Commenti

Che strano! Teramo non è stata mai terreno fertile per la prostituzione su strada.
Siamo quindi alla frutta,se donnine compiacenti con anziani pensionati ,hanno iniziato ad occupare le strade del centro.