Salta al contenuto principale
|

Giulianova: Verso la conclusione le lunghe indagini dei carabinieri sulla coltellata a scuola...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Era la mattina del 20 Febbraio quando in un Istituto Superiore di Giulianova, un ragazzo di origini italiane ha colpito con una coltellata un altro ragazzo di origini marocchine.
Nessuna motivazione potrà mai giustificare un gesto così violento che avrebbe potuto portare alla morte di una giovane vita.
Le indagini dei carabinieri di Giulianova e del pm Greta Aloisi hanno inquadrato un presumibile caso di bullismo ( il bullo sarebbe la vittima) quadro probatorio reso più chiaro dalle decine e decine di testimonianze raccolte in giorni di ascolto.
La verità?
Una sconfitta per tutti; per la scuola; per le Istitutzioni; per le famiglie; per gli amici.
Il bullismo va sempre denunciato prima che possa diventare motivo o ragione di vendetta.
L'unica possibilità?
Parlare di questo problema a scuola, in casa, in strada.
Senza nessuna paura ma solo con il coraggio della civiltà e del diritto alla libertà civica. 


 

Commenta