Salta al contenuto principale
|

Il Peccato di Fano Adriano: Il Presepe più bello e dimenticato...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Quando qualcuno o qualcosa viene regalato alla generosità dell'oblio, bisognerebbe recuperare il senso della vita e dei ricordi.
La montagna è spesso un territorio che in data astrale viene abbandonato da un diario di bordo che porta verso le colline e la pianura.
Si parla di emigrazione interna destinata a spopolare la bellezza e l'occasione imprenditoriale.
Fano Adriano, Intermesoli, Pietracamela, Prati di Tivo uniti da un insolito destino.
Uomini al comando non capaci di comunicare l'unicità di uno spaccato di roccia perchè increduli a loro volta.
Avete mai ammirato, per esempio, il Presepe di Fano Adriano?
Immaginate.
Chiudete gli occhi.
Un presepe perenne.
Aperto tutto l'anno.
Giochi di luce, acqua, neve artificiale.
Quasi 150 statuette che di movimenti meccanici animano la scena della natività attraverso un canovaccio che si ripete all'infinito ma con percettibili differenze.
Il teatro?
Materiali del dintorno tra pietra calcarea,muschio o legno.
Un'associazione di fanesi folli che di folla ospitano la verità di una montagna nascosta.
Grotte o capanne hanno un'altra luce se raccontate con amore. 
Tutti a Fano Adriano ma non come visitatori, solo da veri amatori capaci di sentire il tempo e il piacere,



 

Commenta

Commenti

Diciamolo. Giancarlo Falconi, uno dei pochi che non dimentica la nostra montagna. Fano Adriano & Roma uniti per sempre. Fano Adriano e la politica teramana separati a vita. Territori abbandonati a sé. Tristezza.
Grazie Giancarlo dai montanari che vicino al caldo di un camino parlano di te benevolmente. Sono testimone.

Ci sono stato diverse volte a visitarlo. E' qualcosa di unico. Consiglio a tutti di visitarlo

Bellissime parole, come sempre Giancarlo. Peccato che gli uomini sono al comando solo per ambizioni personali. Però Fano Adriano è già diversa da Pietracamela. Almeno ha le luminarie, il bellissimo presepe e una ex scuola ristrutturata con fondi europei ed aperta a tutti. Invito tutti di recarsi a Fano Adriano per visitare il Presepe: è bellissimo ed è sempre aperto.

Con la stima che ho per Giancarlo Falconi, unico che non dimentica la montagna. Voglio solamente dire che siamo dimenticati da tutti e in tutti i sensi. La politica non fà la sua parte da queste parti,colgo l'occasione per fare un invito all'assessore Regionale al Turismo Giorgio D'Ignazio per visitare il nostro presepio.