Salta al contenuto principale

Sotto indagine due impiegati dell'asl di Teramo. Sequestrati 70 mila euro...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Esistono ancora impiegati pubblici  che dichiarano di usufruire dei permessi per assistere dei parenti con gravi disabilità e invece utilizzano il tempo per meri scopi privati?
Secondo le attente indagini della Tenenza della Guardia di Finanza di Nereto, (pedinamenti, fotografie, tabulati telefonici, accertamenti bancari) sotto l'egida della Procura di Teramo, due impiegati dell'asl di Teramo avrebbero usufruito in maniera illecita di oltre 1000 giorni lavorativi.
Per questo motivo sono stati posti sotto sequestro circa 70 mila euro come ingiusto profitto.

 

Commenta

Commenti

Ma nel caso venissero condannati con sentenza finale...........credete che questi 70.000,00 (settantamila euro),torneranno nelle casse di chi è' stato truffato?

Ci sono moltissimi casi del genere, ve lo assicuro.
La Asl farebbe meglio ad allargare queste indagini.
Solo che non bisogna aspettare più di 1000 giorni x cacciarli via.
Dare dei segnali subito, sono anche delle gratificazioni per chi lavora onestamente.

tanto in questo paese è tutto tempo perso.

Vanno devoluti al f.u. g. In caso di condanna vengono confiscati e finiscono in un capitolo di entrate dello stato. Successivamente tornano in parte al min interni ed in parte al min giustizia. Questo per sommi capi e per carlo

Gente che approfitta senza vergogna, come i falsi invalidi, senza vergogna. Purtroppo non c'è condanna penale (seria) x questi TRUFFATORI