Salta al contenuto principale
|

Elezioni provinciali: Mariani e Ginoble fanno sintesi su D'Alonzo

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Un gioco di carte.
Il buon vecchio poker della politica.
Quattro Giocatori.
Camillo D'Angelo, sindaco di Valle Castellana, uomo dell'assessore Regionale della Vibrata, Dino Pepe.
Vincenzo Di Marco, renziano, uomo tra Ginoble e Dino Pepe basta che non sia definito di Mariani.
Sabatino Di Girolamo, invitato all'ultimo secondo da Ginoble a fare il mazzaro e Giuseppe D'Alonzo, di Mariani e tutti gli altri.


Camillo D'Angelo lanciato con una coppia in mano, di quale coppia non si ha avuto notizia.
Ha passato velocemente la mano e con l'altra è rimasto a mantenere la coppia.
In fondo voleva andare con Ascoli e la politica non dimentica.
http://www.rete8.it/cronaca/456valle-castellana-le-marche-aria-secessione/
Per noi rimane un valore incaricato alla politica sul territorio montano.

Vincenzo Di Marco.
Un bravo ragazzo con la faccia da bravo ragazzo.

Sabatino Di Girolamo.
Ottima persona dai modi educati e gentili.

Ora scriviamo di Politica.
Noi avevamo previsto tutto il 30 Giugno del 2018.
https://iduepunti.it/30-06-2018/elezioni-provinciali-dalonzo-contro-di-bonaventura
Poi la partita.

Mariani e Ginoble con l'arbitraggio di Renzo Di Sabatino.
Luciano Monticelli pensava a trovare appoggi per le regionali.
L'ex consigliere delegato alla cultura saprà riconoscere l'assonanza del verbo trovare con l'infinita storia del Trovatore. 
Chissà, forse sentirà il peso della mano impegnata di D'Angelo?
Alla fine tra urla, battute, rivalse, Ginoble e D'Alonzo chiusi nello sgabuzzino, altri progetti e l'ombra di Legnini all'orizzonte con Luca Pilotti che confermava l'appoggio della maggioranza di Teramo a D'Alonzo, è cambiata la brezza di mare.
Amara.
Che vorrà il gruppo di Ginoble oltre alla vice presidenza?
Rispetto e tanto altro....una mano lava l'altra e Mariani si fuma il suo buon sigaro.
Adora i piani ben riusciti...




 

Commenta

Commenti

Ma le province non dovevano essere abolite ?
Hanno abolito invece il diritto al voto dei cittadini e poi ci fanno il predicozzo che votare è un "dovere".
Spero che 5stelle e lega facciano un po' di pulizia.