Salta al contenuto principale
|

Quagliariello su Luciano D'Alfonso " La situazione è grave ma non seria "

1 minuto

La disquisizione giuridica circa il momento nel quale scatterebbe per Luciano D’Alfonso il dies a quo rispetto al quale far decorrere la sua incompatibilità è estremamente interessante, in termini di diritto pubblico addirittura appassionante. Ma può mai essere questo il terreno sul quale la questione deve essere affrontata?”. Lo dichiara Gaetano Quagliariello, senatore del centrodestra eletto nel collegio uninominale L’Aquila-Teramo. “D’Alfonso – osserva Quagliariello - ha scelto di diventare senatore anziché onorare fino in fondo il suo mandato di presidente della Regione. E’ dunque surreale che pensi di poter esercitare fino all’ultimo scampolo di potere aggrappandosi alle dispute dottrinarie su proclamazione, convalida, immissione nella funzione di senatore, acquisizione della carica. Al di là della discutibile fondatezza delle sue tesi, tale intendimento risulta politicamente patetico e istituzionalmente irrispettoso. Più che scomodare il padre costituente Costantino Mortati, come fa D’Alfonso – conclude Quagliariello -, è il caso di evocare Ennio Flaiano: la situazione è grave ma non è seria…”.

Commenta

Commenti

D'Alfonso, sei patetico.
Fortuna che ti togli dai cabasisi!

Affan....o dovete andare tutti!!!!

caro presidente la presunzione che hai e che hai avuto in questi 4 anni ti ha annientato. Peccato perchè eri anche preparato.
Dispiace aver visto quella piogia di finanziamenti buttati su civitella senza aver avuto un minimo di riconoscenza in queste elezioni.
Te ne sei accorto che l'unico comune dove avete preso più del 50% è stato Torano dove ok che c'era candidato l'assessore Pepe am dove un Sindaco forse poco appariscente ma serio e preparato vi ha votato me fatto votare pur se, a sentito dire, non era molto contento dei vostri modi di fare la politica e di esercitare il potere.
Non era meglio se qualche milione di euro fosse finito in quello che è definito il paese del gusto e dove la gente ha ancora il sentimento della riconoscenza?
Che delusione Civitella! Ricoperta di finanziamenti e senza riconoscenza.

ps: non sono sicuramenrte un toranese ma di un paese limitrofo e confinante

il vicepresidente farà il presidente ed entra il primo dei non eletti....semplice...o no??

O D'Alfo'....ma vergugnete!!!

Questo comportamento è la testimonianza di come questo politico ,riesce sempre ad anteporre i suoi interessi a quelli della comunità' abruzzese,per la quale costui non ha mai avuto e non ha nessun interesse.

Falcò, I me tinga salvà lu cule. Traduci tu.

Val Vibrata,
sono quelli che ragionano come te, che parlano e sperano in finanziamenti a pioggia, mere mance elettorali, ad aver rovinato l'Italia e, purtroppo, continuano a rovinarla.

Quando leggo i commenti tipo quelli del sig. "val vibrata" capisco perché l'Abruzzo é condannato a restare una regione con tante potenzialitá ma zero sviluppo!!!

Notizie fresche: il quagliariello pronto a rientrare il forza italia. Goduria.....

Questo o quell'altro per me pari son a quant'altri intorno mi vedo....