Salta al contenuto principale
|

La Moldavia e la tratta delle schiave bambine..

di Giancarlo Falconi
7 minuti

Vi ricordate?
 

Era il 2015.
Scriveva Sergio D'Ascenzo su I Due Punti. ( il servizio di oggi  https://www.youtube.com/watch?v=LuZmCL4ePRU&feature=youtu.be)

"Non sono ‘signori’, ma solo padroni… spesso non fanno clamori, ma sono quelli che gestiscono il potere… A volte vestono i panni del banchiere, altre volte del politico navigato… altre ancora si nascondono fra le pieghe di quelle che un tempo si chiamavano ‘logge’…
Sono i burattinai degli scenari più feroci, cinici, efficientisti estremi… per loro conta il risultato… come raggiungerlo è del tutto secondario! Che passi sulla pelle della povera gente, di bambini inermi o di una natura da devastare… poco importa…

Che si occupino di malavita organizzata, di pragmatiche collaborazioni con una mafia ormai tutt’altro che ‘d’onore’, di far passare l’offerta di mercato fra la gente disperata per promuovere viaggi della speranza su un barcone carico, oltre l’inverosimile, di gente che non ha alcuna scelta alternativa, se non rassegnarsi alla morte… o di tentare assurdi viaggi a piedi, più che altro suicidi… 
Che alimentino ed organizzino rapimenti commissionati di ragazzine indifese fra la povera gente, per rimpinguare le casse di chi vive della prostituzione altrui (o meglio schiavitù vera e propria…)… 

Che vadano, da professioni in giacca e cravatta, nell’Asia povera per soddisfare la propria ferocia mentale, pagando dei delinquenti perché forniscano loro una bimbetta vergine da stuprare, che alimentino la propria depravazione dall’esercizio del potere assoluto comprato, su quella bimba che urla disperata ed inascoltata il proprio dolore… del dopo non importa, che muoia di emorragia, infezioni o semplicemente buttata nella spazzatura… il potente ha pagato… e rimane impunito per una giustizia inesistente…
Che gestiscano guerre piccole o grandi, nascondendole dietro ragioni assurde ed a volte altisonanti… di fanatismo religioso, o di antiche e più o meno ‘storiche’ pretese territoriali… perché le vere e meschine ragioni indignerebbero chiunque…

Che coinvolgano intere popolazioni o etnie, con veri e propri stermini sistematici moderni… curando con attenzione di tenere fuori i media internazionali… oppure usarli per farsi pubblicità e raccogliere altri fanatici nelle proprie fila… promettendo loro una falsa felicità se moriranno combattendo…
Siamo parte di questa brutta razza… anche se solo ci rinchiudiamo mentalmente in una forma ottusa di neo-razzismo, considerando legittimo ignorare la disperazione ed i soprusi nel resto del mondo, perfino del vicino di casa, alimentandoci del nostro latente egoismo, nutrito da ipocrite giustificazioni…
Non importa quale sia la forma… la perversione mentale è un disastro trasversale e morale nella razza umana… ciò che mi preme URLARE è che queste vergogne indicibili persistono e perfino crescono a causa della nostra superficialità, a causa della nostra comoda creduloneria… per il fatto che ci abituiamo, ci desensibilizziamo… smettiamo di indignarci!!!

A cominciare dal nostro assistere indifferenti, apatici od inermi… al troppo frequente pessimo amministrare del bene pubblico… fino al sapere di questi disastri umani ed umanitari (in un mondo che si attraverso ormai in poche ore di volo)… siamo responsabili della mancata, corale indignazione e di una adeguata reazione, con tutti i mezzi a nostra disposizione per cambiare la situazione, a cominciare col darci da fare per la disperazione di chi oggi non sa neppure se sopravvivrà!!! 
Nella maggior parte dei casi non siamo in grado di capovolgere le situazioni, ma alleviarle è molto più probabile… Ma siamo troppo presi dal nostro quotidiano, a rincorrere i falsi bisogni che ci siamo creati, annullando la scomoda sollecitazione del confronto con la disperazione altrui… Non ci piace pensare che proprio oggi qualcuno dovrà uccidere il proprio amato cane per tentare di mantenere in vita i propri bambini, forse ancora per un giorno o due… sperando che nel frattempo succeda un miracolo…

Il mio amico Emanuel, ormai dedicato appieno con la sua famiglia al tentativo di alleviare le sofferenze della disperazione ed indigenza… ha passato l’ultimo periodo in Ucraina… una nazione con due milioni di profughi, per una guerra assurda… mossa dalla preoccupazione dell’influenza europea nelle citta che sboccano sul mare, di giochi di potere inaccettabili, quando il costo in vite umane si attesta in oltre 6000 soldati ed incalcolabili civili…Quelli che non sono morti sotto i bombardamenti, continuano a morire di fame, di stenti, di denutrizione e malattie… ormai i media, volutamente e pilotati, o ignari… hanno spento le luci su questo scenario allucinante…
Con il nostro aiuto, e di alcuni altri che hanno risposto prontamente al suo appello, Emanuel ha avuto nei giorni scorsi del denaro d’urgenza… ed è riuscito a comprare viveri, dando un attimo di respiro a quella disperazione raggiungendo, con non pochi rischi e l’aiuto di amici fidati, circa 450 famiglie… già, un attimo di respiro… anche se fra giorni avranno terminato il poco aiuto ricevuto… Mi piange il cuore pensare che a breve saranno di nuovo costretti a muoversi come zombie fra città ormai fantasma, fatte di cumuli di macerie – costretti dall’isolamento militare… sperando di trovare un cane randagio che permetta loro di sopravvivere qualche giorno in più… che dolore… ecco un’immagine chiara della disperazione più atroce…

I miei occhi umidi sono la maschera di un’espressione profondamente indignata contro tanta ottusità, in nome dell’esercizio del potere per discutibili ragioni di interessi vari, ma a discapito di milioni di persone, povera gente… condannata ancora oggi dagli ‘effetti collaterali’ di una guerra, come tutte, inaccettabile…
Non parteggio per nessuno… e condanno con tutte le mie forze chiunque, sotto qualsiasi bandiera, pensi di poter giustificare le proprie scelte nonostante il male, le sofferenze e la morte riversate su gente inerme… la cui vita e condizioni non rappresentano in alcun modo l’interesse di tali meschini ‘uomini del potere’, vergogna dell’umanità!!!

Con la mia associazione, e con gli insostituibili amici che ritengono come me, come noi… che la prima reazione, dopo l’indignazione, sia rimboccarsi le maniche e tentare di alleviare le sofferenze dei disperati… ANDIAMO AVANTI… senza sosta.. in tutti i modi possibili… Moldavia, Ucraina, il vicino di casa senza lavoro, la vedova che non ce la fa… avanti, senza sosta, con occhio attento e cuore aperto!

Grazie a tutti coloro che si stanno impegnando per mettere insieme aiuti per la popolazione moldava… a giorni comunico luogo e orari del magazzino di raccolta! Ma grazie di cuore anche a chi ha contribuito e vorrà contribuire con donazioni in denaro, piccole o grandi che siano, che ci permettono di fare interventi di urgenza quando si aprono improvvisi canali (come ora in Ucraina) per aiutare gente disperata, altrimenti isolata e condannata a morte dalle privazioni dell’isolamento…

Se indichi la causale, ti assicuro che la tua donazione sarà usata nell’ambito voluto: Pro-Moldavia, o Pro-Ucraina, o Pro-Adozioni a distanza o, più genericamente, Pro-Sostentamento umanitario. Ovviamente, il tutto è controllabile e verificabile, in piena trasparenza. Grazie di cuore a nome di ogni persona aiutata…

Associazione Kerjgma - Isola del Gran Sasso (TE)

Iban: IT 87 M 06060 15399 CC0390011744

Sergio D'Ascenzo


Dicembre 2018.
Sergio D'Ascenzo è tornato dal suo ennesimo viaggio in Moldavia.
Ecco cosa ha trovato ....https://www.youtube.com/watch?v=LuZmCL4ePRU&feature=youtu.be

Commenta