Salta al contenuto principale
|

La faccia e il culo del consigliere Aloisi

di Giancarlo Falconi
3 minuti

Le donne non sono un oggetto.
#WomenNotObjects.
Una campagna pubblicitaria per eliminare quella sensazione sgradevole di sessismo dalle parole, dal linguaggio visivo, pubblicitario, comunicativo, quotidiano.
Ricordo le battaglie del consigliere comunale Aloisi contro il consigliere Norante.
Ricordo le battaglie del consigliere comunale Aloisi contro il sindaco Pavone.
Non moralisti ma una questione morale.
Ora che è diventato un attento consigliere comunale di maggioranza, cosa è successo?
Un sedere di donna accanto al suo viso come simbolo di quale metafora?
Lo slogan tra faccia e culo.
"Nella vita ci vuole fortuna".
Appunto quel sedere non meritava un simile destino.
Una questione di sensibilità, di cura, di attenzione, di rispetto, di politica, di CPO.
Posso scrivere di eleganza?
Ha ragione chi le ha chiesto, caro consigliere comunale, la cortesia di togliere quella foto.
Un cattivo messaggio perchè arrivato da un rappresentante delle istituzioni e ancora di più da un giovane eletto.
Il sindaco di Imola......" Il nuovo codice mette al bando doppi sensi e volgarità nelle affissioni pubbliche. «Rispettiamo la dignità delle persone , preveniamo violenza e degrado».
http://www.corriere.it/cronache/17_febbraio_22/a-imola-stop-pubblicita-sessiste-vietera-regolamento-comunale-d1a2a298-f897-11e6-b362-d2e82fbd3a4a.shtml
Il futuro è passato?

Legga e guardi questo video.
Forse capirà..." 
Il problema è che questo (le pubblicità in cui la donna esiste solo come corpo, le aspettative estetiche troppo alte) non è neanche il peggio. Perché sempre più brand e case di moda, per far parlare di sé, lanciano campagne pubblicitarie che strizzano l’occhio alla violenza. Violenza sessuale e non, ma sempre rivolta verso la donna. È un’azione veramente gravissima far passare il messaggio che lo stupro sia sexy e che la donna sottomessa, picchiata e immobilizzata sia qualcosa di normale.

Per fortuna noi donne abbiamo imparato a non starcene zitte. E così “Women not objects”, associazione che combatte il sessismo, ha lanciato la campagna #Istandup, letteralmente “io mi alzo in piedi”. Per non restare docili e sottomesse ad assistere alla mortificazione delle donne. “Women not objects” ha realizzato un video e in questo video c’è tutto: il varco fra le cosce, le labbra nella bottiglia, le pubblicità sessiste. E si vede molto bene come determinati messaggi possano cambiare per sempre i soggetti più fragili, come le adolescenti, che li colgono senza saperlo.

E allora ecco spuntare, in risposta a tutto questo, foto di donne e uomini con un cartellone in mano, in cui si rende ben chiaro per chi si combatte. “Mi alzo in piedi per mia madre”. “Mi alzo in piedi per la mia futura figlia”. “Mi alzo in piedi per me stessa”. Messaggi forti, positivi, che speriamo possano combattere una moda offensiva e pericolosa che davvero non ha più ragione di esistere.

{"preview_thumbnail":"/sites/default/files/styles/video_embed_wysiwyg_preview/public/video_thumbnails/5J31AT7viqo.jpg?itok=U6j3db6b","video_url":"https://www.youtube.com/watch?v=5J31AT7viqo","settings":{"responsive":1,"width":"854","height":"480","autoplay":1},"settings_summary":["Embedded Video (Responsive, autoplaying)."]}

Commenta

Commenti

Caro Giancarlo, mi permetto di darti del Tu.. Ho letto questo articolo scritto come al solito , come gli altri, meravigliosamente bene.. Scorrevole.. Ma stavolta non concordo con te. Un giovane uomo e un giovane Sedere di Giovane Donna(lo percepisco, è giovanissima e maliziosamente vezzosa..sicuramente) hanno il sacrosanto Diritto di esporsi goliardicamente senza risultare come avvilenti offese all'uso del corpo femminile come oggetto. La Signora e il suo Culo erano concordi.. Lo si "sente".. Eppoi.. Magari il Consigliere è un romantico e stava sentendo Vecchioni.. Il suo culo e il suo cuore... Eddai Falcò sei stato Giovane pure tu!!!

Da buon politico...si comincia da giovane!
Sempre da buon politico, moralista con gli altri e permissivo con se stesso

A falco' sei un bacchettone

Che poi è un giovanotto di manco 30anni e je piace la cocc, a lei falconi non piace?

Arcalot da la piand

Non mi sembra una foto rubata di un sedere in spiaggia. Se la proprietaria dell'opera d'arte ha acconsentito allo scherzo, dov'è il problema del stessimo?
Di sicuro un consigliere non dovrebbe pubblicarle per rispetto istituzionale.

Un fatto gravissimo perché pubblicato da un rappresentante delle Istituzione.
Non mi soffermo sullo storico dei commenti pubblicati.
Grazie Giancarlo per la sensibilità.

Bacchettare per bacchettare... Non sono d'accordo
Ma non era lo spirito Goliardico che avrebbe salvato il mondo?

La situazione, la connessione, i tempi comici e la profonda voglia di star bene insieme con semplicità, hanno creato questa foto simpatica.
Non altro.

una goliardata,niente altro,indigniamoci per altro,indigniamoci se non fa l'interesse di noi cittadini,se ruba,se specula ecc ecc ...è giovane e sincero,avventato per l'età ma preferisco non sappia nascondere e mentire come i nostri carissimi ingessati e ipocriti politici.

Ma per favore!!!
É solo uma goliardica esibizione ormonale giovanile.
Esattamente come fanno tante ragazze, politiche e non, facendosi self ammiccanti con palestrati, calciatori o attori.... Auspicando un ipotetico o ideale contatto fisico con loro.
Non è sessismo ma semplice e reale esternazione umana... Ovviamente nel rispetto del comune senso del bello.

Ai benpensanti allora auguro che dietro quel "culo" si nasconda vostra figlia.
Da donna mi vergogno per certi commenti da parte di altre donne.
A tutti: cosa significa che la persona sia consenziente? Per qualcuna che lo è vogliamo legittimare un atteggiamento che incentiva la rappresentazione della donna come un oggetto sessuale? Vi rendete conto o no delle conseguenze che tutto ciò comporta?
Vi informate? Leggete i giornali, vedete la televisione? E voi donne potete andare in giro vestite come vi pare, all'ora che volete, nei luoghi che desiderate, anche da sole? Noi donne abbiamo gli stessi diritti degli uomini? Esiste il femminicidio? Basta ad atteggiamenti denigratori della rappresentazione della dignità dell'universo femminile.

i commenti sono una gara tra capre goliardiche , saranno i neutrini del Gran Sasso che spengono i neuroni dei capatosta del quartierino , manco il video li illumina....Gianca` l`e`dura!