Salta al contenuto principale
|

Cirsu: Il Sindaco di Notaresco preoccupato per lo stato del Polo Tecnologico

1 minuto

Il primo agosto del 2017 Csa, che gestiva Cirsu, scriveva " Si rende assolutamente necessaria una condivisione tesa al subentro del nuovo gestore Cirsu..."
Da quel momento il silenzio assoluto da parte della Regione Abruzzo e piccoli segnali di vero e propria confusione di ruoli.
Non scriviamo dell'ex presidente Angelo Di Matteo che continua a scrivere in nome e per conto del passato ma della mancata vigilanza del polo tecnologico di Grasciano che continua a stoccare tonnellate di rifiuti.
Il sindaco di Notaresco, Diego Di Bonaventura, a tutela della salute collettiva e quella dei propri concittadini, continua a pretendere sicurezza.
Un documento veloce e ufficiale.
Due domande.
1) Chi è in questo momento il rappresentante legale e a chi appartenga la gestione del polo per quanto attiene la sicurezza dei luoghi e la protezione ambientale.
2) Quali siano le iniziative che il competente servizio regionale intende adottare con la necessaria urgenza per garantire la salubrità dell'ambiente e la salute dei cittadini.


Attendiamo.
Nel frattempo?
Siamo in Abruzzo...



 

Commenta

Commenti

|

Abruzzo si,ma loro appartengono alla "Repubblica autonoma di Grasciano"
quindi le povere leggi italiane gli fanno un baffo...:()()