Salta al contenuto principale
|

I nuovi barbari. " Viva il Duce. A morte i comunisti". Scritte comparse all'uscita dell'A 24. Colledara -San Gabriele....

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Apologia del fascismo e poi un augurio di morte ai comunisti.
Due frasi che richiamo una grafia stentata e denunciate da Gesidio Frale, vice presidente del Bim di Teramo.
"Viva il Duce e a Morte i comunisti" a pochi chilometri e a quasi due anni dalle frasi xenofobe e razziste di Isola del Gran Sasso.
Stessa mano?
Forse, identica è l'ignoranza e la barbaria. 

Commenta

Commenti

Anche le scritte "A morte i fascisti " oppure "fascisti appesi a testa in giu"; autori i comunisti fanno orrore.. oppure no... Ma, bisogna indignarsi per tutte le scritte cretine e non solo per alcune...

Signor Falconi io vorrei capire una cosa però.... Teramo è stracolma di frasi firmate con la famosa A di anarchia e con falce e martello che inneggiano ad acca larentia, alla morte della democrazia e invitano ad uccidere i "fascisti" e far saltare in aria la questura... Non ho mai visto articoli a riguardo, eppure non mi meraviglio, vidi un servizio dove lei si trovava dentro il gagarin, nota sede di "compagni" del teramano, ma un giornalista non dovrebbe essere imparziale su certe cose? Non dovrebbe essere pronto a condannare i gesti anche se sono compiuti da persone che si simpatizzano?

Cari Paolo e Teranmano, noi abbiamo condannato le scritte anarchiche e tutte le scritte sulle mura della Città.
Noi ci provate con questo sito.
Non ci provate con me.
Volete un esempio o cento esempi?
https://iduepunti.it/04-04-2018/acab-quelle-volgari-scritte-che-imbrattano-e-offendono-teramo