Salta al contenuto principale
|

Mazzettopoli. Giandonato Morra " Sospendere dall'Ance gli imprenditori che umiliano l'Abruzzo".

di Giancarlo Falconi
1 minuto

I politici non contano più nulla?
Non prendono più le mazzette?
No, non è così.
Il livello della politica è oramai un altro e più alto.
Gli appalti sotto una certa soglia che non fanno parte delle grandi opere sono gestiti da figure e figurine di comparsata memoria.
Quelli che ridono e che si sentono partecipi di un disegno maggiore.
Pedine nella scacchiera di un puparo ancora senza volto ma con tratti somatici riconoscibili. 
Ride.
Ridono.
Sono imprenditori con l'acquolina alla bocca.
Quella secrezione psichica che ricorda vecchi esperimenti di risposte psicologiche.
Simultanee, di traccia o ritardate. 

Vi ricordate l'imprenditore che rideva al telefono dopo il terremoto dell’Aquila?
Altro terremoto, altri imprenditori.
Questa volta a ridere nelle 180 pagine del provvedimento giudiziario della Procura de L'Aquila, è un altro serio uomo di affari....
Se questi sono uomini...

Il coordinatore regionale di Fratelli D'Italia, l'ex assessore della regione Abruzzo senza carta di credito, Giandonato Morra, continua a vagare con la sua vecchia lampada di Diogene fatta di questioni morali ed etiche.
Una sola domanda a crasi dell'ennesimo caso di un'avvilente mazzettopoli.
"Perchè le associazioni di categoria come l'ance Abruzzo non sospendono in autotutela morale dai propri iscritti, le aziende coinvolte in questo ennesimo scandalo giudiziario?".
"L'imprenditore intercettato a ridere è degno di una simile associazione?".
"Continuerebbe a lavorare, la partita Iva è un'altra questione, ma almeno si lancerebbe un segnale fortemente critico".

Morra, continua, richiamando l'attenzione sui giusti esempi.
"Garantire più risorse alle forze di polizia e giudiziarie.
Abbiamo bisogno di valori tangibili e non tangentibili".


A chi viene da sorridere...amaro?

Commenta

Commenti

Chapeau!

Perché non è stato o non sarà candidato alle possime elezioni politiche?

buongiorno a tutti...condivido perfettamente il pensiero. al minimo sospetto addirittura avviso di garanzia si dovrebbero dimettere subito da ogni incarico e l'associazione stessa sospendere il socio........
se non sbaglio il presidente regionale ance è indagato?

Molto semplicemente: girate la domanda al presidente dell'ANCE e pubblicate la risposta.

Caro Avvocato, mi piace chiamarti così: la politica ed i suoi riconoscimenti vanno e vengono, ma sono optional. I titoli culturali e professionali sono un marchio per la vita. Ciò detto, in giro come Diogene m'incontri spesso, ma in una piazza quasi deserta. FdI ha sicuramente molti con la lampada, ma il braccio rischia di stancarsi! È assurdo: dovrebbe essere il primo partito, evidentemente l'elettore ...." e' italiano" e tiene ancora famiglia! Un abbraccio, buon lavoro e buona estate.