Salta al contenuto principale

I "Tram" teramani. Autista ripreso mentre guida chattando...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Il 99% degli autisti del TPL, trasporto pubblico locale è altamente professionale.
Poi, alcuni autisti dei "tram" ( lo sappiamo che sono mezzi che usano le rotaie ma a Teramo si chiamano in questo modo)  andrebbero denunciati per una condotta che potrebbe provocare gravi incidenti.
Guardate questo servizio...https://www.youtube.com/watch?v=Nc6Cnzx0adU&feature=youtu.be

Commenta

Commenti

egregio Falconi, non dovreste aspettare “la prossima volta “, potrebbe essere tardi. Non solo mettono a rischio i viaggiatori ma anche gli altri veicoli ed i passanti.

troppo tardi la prossima volta. è pericoloso per i viaggiatori ma soprattutto per gli altri. occorre denunciarli subito.

Certamente, come giustamente  rimarcato dal battagliero e coraggioso  direttore di questo quotidiano, comportamenti di questo tipo - per il loro carattere minoritario -  non inficiano assolutamente  la professionalità degli autisti della Staur, peraltro costretti ad operare in una città con un forsennato traffico veicolare e sulla quale  incombe il poco lusinghiero  giudizio  che il Commissario prefettizio, poi straordinario Dr.  Luigi Pizzi, diede di noi teramani in un'intervista ad un quotidiano locale: "Sensazione di una scarsissima se non inesistente propensione dei teramani al rispetto delle regole e dei provvedimenti dell'autorità che non vengono in alcun modo accettati e sempre più spesso si ricorre ad escamotage per aggirarli". Leggasi, ad esempio, nella fattispecie,  la deplorevole abitudine a  parcheggiare negli spazi riservati alle fermate dei "tram" o degli autobus extraurbani, costringendo gli autisti ad effettuare soste irregolari.
 La RSU della Staur è stata  poi  sempre costretta a confrontarsi con  assessori ai trasporti poco o nulla  propensi a risolvere  i  problemi  di sicurezza e quant'altro. Non so se l'attuale assessore abbia assunto una linea diversa, ma - naturalmente - si spera di sì. Ovviamente, il traffico eccessivo  non è solo  un problema di Teramo, ma della maggior parte delle città italiane e anche degli antichi  borghi di più o meno particolare interesse storico e paesaggistico che dovrebbero, invece,  avere tutt'altro tipo di mobilità, non essendo in genere adatti  a  subire una pesante circolazione veicolare  che - tra l'altro -  suscita legittima perplessità nei turisti stranieri. 
Domenico Crocetti

Scusi sig. Crocetti, non credo di capire: l'eccessivo e maleducato traffico teramano giustifica la violazione della legge da parte dell'autista?
Dove è scritto che un autista può chattare nel traffico?
Cosa direbbe se suo figlio o un suo caro viaggiasse su quel bus?
Oppure voleva dire che: siccome i teramani non rispettano le più elementari regole stradali e essendo l'autista un teramano allora il tutto rientra nell'universo parallelo dell'illegalità legale che esiste a Teramo e non solo.

"comportamenti di questo tipo - per il loro carattere minoritario - non inficiano assolutamente la professionalità degli autisti della Staur" . Certo , sono"benaltri"i problemi. Per chi come me non scappa dall'argomento in oggetto la domanda e': e' stato identificato e punito questo autista prima che faccia danno? Poi in un'altra notizia si parlera'della categoria,il traffico,etc..
C'e' il video , denuncia all'autorita' e vediamo se cambiano discorso.Perché per la guida pericolosa è previsto la sospensione fino al licenziamento,un comportamento del genere mette a repentaglio la sicurezza dei viaggiatori.
Un'azienda seria farebbe un'inchiesta interna e prenderebbe provvedimenti.

Inutile che da decenni parliamo di mobiluta sostenibile o alternativa all uso dell auto. La relata è ben diversa e lo vediamo a reramo dove anche ul centro storico è attraversato da suv di oltre 5 metri di lunghezza. Barconi di auto che sono fatti per percorsi autostradali lunghi non per il centro cittadino fatto di strade stretre. Il commissarik pizzi disse che a goua tauro le cose andavano meglio rispetto a teramo e con questa sua affrmazione sono superflui ulteriori commenti. Altro invece riguarda l uso dei cellulari alla guida. Vi volete divettire? Fate un giro per teramo posizionatevi sul marciapiede di alcune strade pruncipali e contate gli automobilisti che usano il cellulare senza kit vivavoce o npn hanno la contura di sicurezza allacciata. Poi date un ' occhiata a qualche relazione annuale della polizia municipale e controllate le sensazioni applicate per questi tipi di violazione del codc della strada. Noterete nnotevoli differenze.... non ci lamentiamo se mancano i controlli e se i teramano fanno quello che vogliono

Rrrr, mi scusi, ma tra errori di battitura e punteggiatura mancante, il suo messaggio è incomprensibile...

Certo che no, Sig. Maurizio, ma questi sono comportamenti che dovrebbero essere sanzionati dal personale ispettivo (se non esiste s'incarica qualche funzionario del compito)  della Baltour e della Tua e  dai vigili urbani,  compreso  il fenomeno del parcheggio selvaggio alle fermate dei "tram" e degli autobus extraurbani. Probabilmente mi sono espresso poco chiaramente e, nel caso, me ne scuso. Di certo non volevo assolutamente dire che "siccome i teramani non rispettano le più elementari regole stradali e essendo l'autista un teramano allora il tutto rientra nell'universo parallelo dell'illegalità legale che esiste a Teramo e non solo".

al di là della punteggiatura o di alcuni errori di ortografia , dovuti alla fretta nello scrivere il messaggio, non credo sia incomprensibile il mio pensiero, tra l altro condiviso da molti cittadini.

Per quanto poi riguarda  il Sig. "mapecca'"  si rileva che egli  non condivide  l'atteggiamento "misericordioso" del direttore  di questo giornale  a cui ho aderito,    il quale non ha voluto "infierire" sul "reo" nella certezza  - almeno credo - che dopo il suo servizio le "pecore nere" della Staur si guarderanno bene dal ripetere comportamenti simili. E, poi,  quale grande  differenza c'è con automobilisti, furgonisti e camionisti  che usano - in genere  impunemente -  il cellulare durante la guida  e che mettono  a rischio l'incolumità di pedoni e  ciclisti   e anche  dei passeggeri  dei mezzi pubblici contro i quali potrebbero collidere? Per quanto sopra precisato mi sembrava pertanto inutile dilungarmi sull'argomento e ne ho - forse un po' inopportunamente - aperto un altro, ma non certamente per "benaltrismo". Quanto, infine, all'affermazione "Un'azienda seria farebbe un'inchiesta interna e prenderebbe provvedimenti" non è da escludere che ciò possa avvenire.
Domenico Crocetti