Salta al contenuto principale
|

Ecco la crisi in maggioranza D'Alberto. Le dichiarazioni di Christian Francia e la risposta di Massimo Speca...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Christian Francia critica chi si è seduto al tavolo per la  presentazione del nuovo Statuto con una persona "Prescritta per Corruzione".
https://www.youtube.com/watch?v=FofZxgBEyyw&feature=youtu.be
La risposta è del Segretario del Partito Democratico di Teramo, Massimo Speca.
https://www.youtube.com/watch?v=guxpDi-NiXU&feature=youtu.be

Commenta

Commenti

Il documento del Sindaco che oggi sarebbe stato pronto ? Dov'è ?

qualche volta la lingua è meglio tenerla fra i denti....

niente di nuovo sotto il sole, ci beviamo di tutto e di più...........alla prossima puntata

(il vice sindaco perché non si dimette?)
meditate gente, meditate.

Gentile Christian Francia, i 29 soci lavoratori della cooperativa sociale Tercoop non stanno rischiando il posto di lavoro perchè arrivano i parcometri, ma per altri motivi che lei evidentemente ignora. Il vice sindaco Cristina Marroni potrebbe delucidarla sulle annose e torbide problematiche che hanno portato la vicenda a questo punto. In alternativa la invitiamo a contattarci allo 0861/243880, oppure presso il nostro ufficio di via Mario Capuani 80 per metterla al corrente di quanto accaduto e di quanto sta avvenendo...se ovviamente è interessato a dare il suo personale contributo alla tutela dei posti di lavoro, del pubblico interesse e, non per ultimo, della stessa legalità. Saluti.

Perché invece di perdere tempo con Francia, non parliamo dell intervento del Sindaco all incontro con il presidente Conte a Norcia sulla ricostruzione?

Scalone, noi pensiamo ai fatti.
Gli interventi rimangono interventi.
Sul perdere tempo?
Appena fatto, rispondendole per l'ennesima volta. 

Pur condividendo in parte la necessità di prendere le distanze da un PD che dimostra di essere sempre più imbarazzante sia a livello locale che nazionale io credo che il Sindaco dovrà recidere prima possibile il legame con Teramo 3.0 se non vorrà ritrovarsi con i già visti ricatti politici della precedente amministrazione Brucchi, dove il tutto iniziò con un manipolo di consiglieri che credevano di poter tenere al guinzaglio l'intera maggioranza ma che grazie ad un sindaco privo di coraggio ci sono riusciti fino a portare al disastro di una città che oggi ci ritroviamo davanti.
Quindi Teramo 3.0... prego accomodatevi verso l'uscita...

Mi sembra abbia risposto e bene per tutti e a tutti. Testa bassa a lavorare.