Salta al contenuto principale
|

L'Aquila-Teramo: Nel cantiere più grande d'Europa dieci arresti

di Giancarlo Falconi
3 minuti

Dalle prime ore della mattinata è in corso una vasta operazione del Comando provinciale dei Carabinieri nell'ambito di un'inchiesta della Procura della repubblica dell'Aquila su presunte mazzette in una serie di appalti pubblici nella ricostruzione dell'Aquila, a oltre otto anni dal terremoto. Sono state eseguite dieci ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari e sono stati notificati cinque provvedimenti di applicazione del divieto temporaneo di esercitare l'attività professionale. Perquisizioni e sequestri sono in corso nei territori di L'Aquila, Teramo, Pesaro Urbino, Bari e Benevento. Tra i reati contestati la corruzione, l'abuso d'ufficio e la turbativa d'asta che sarebbero stati commessi in quello che è stato definito il "cantiere più grande d'Europa".(ansa)

Intercettazioni ambientali e telefoniche, tutti in mano al procuratore capo Michele Renzo e dal pm Antonietta Picardi che coordinano l'operazione dei carabinieri.
Un arresto anche nel teramano di un imprenditore con alcuni cantieri a Teramo Città. 
Ai domicilairi è finito Giampiero Fracassa della ditta Fracassa che detiene a Teramo due cantieri. Il Castello della Monica e la messa in sicurezza dell'ospedaletto di Porta Romana.
Indagato a vario titolo un professionista di Cermignano.
Coincidenza vuole che a Cermignano la ditta Fracassa ha svolto diversi lavori. 
Nel piccolo comune i carabinieri hanno perquisito l'abitazione dalle prime ore della giornata...

articolo in aggiornamento...
La figura più di spicco finita ai domiciliari è quella dell'ex segretario generale del ministero dei Beni Culturali d'Abruzzo Berardino Di Vincenzo, ora in pensione. Indagato anche il figlio, Giancarlo, architetto, che è tra i cinque che hanno ricevuto la misura cautelare del divieto temporaneo di esercitare l'attività professionale.

Ricapitoliamo" 

Il divieto di esercitare per 2 mesi l'attività professionale è stato disposto per Giancarlo Di Vincenzo, 35, architetto figlio di Berardino,  Domenico Pazienza, 65, progettista dell'Internazionale dei lavori al Teatro comunale,  e Michele Buzzerio, 65, progettista dell'Internazionale dei lavori al Teatro comunale.
Alessandra Del Cane, 30, Michele Fuzio, 51, progettista dell'Internazionale dei lavori al Teatro comunale,

Gli arresti domiciliari sono stati disposti per architetto del segretariato Mibact, Mauro Lancia, 59, cotitolare della Lancia Srl, Giampiero Fracassa, 44, direttore tecnico della Fracassa Rinaldo Srl, Vito Giuseppe Giustino, 65, presidente del Cda dell'Internazionale, Antonio Loiudice, 60, amministratore unico della Edilco, Graziantonio Loiudice, 25, suo figlio, e Leonardo Santoro, 40, geometra dell'Internazionale.
Lionello Piccinini, 61, geometra del segretariato Mibact, Antonio Zavarella, 55, presidente della commissione di collaudo del Teatro comunale, Berardino Di Vincenzo, 64, già segretario regionale Mibact e consulente della Regione, Marcello Marchetti, 64,

ELENCO DEGLI APPALTI:chiesa di Santa Maria del Ponte a Tione; chiesa di San Domenico a Sulmona; chiesa di San Salvatore a Civitaretenga; Badia di Sulmona; teatro comunale dell'Aquila; mura urbiche dell'Aquila; Porta Branconia; chiesa di San Biagio a Cappadocia; torre medicea di Santo Stefano; chiesa di San Sisto all'Aquila; duomo Ss. Valentino e Damiano a San Valentino; chiesa di San Pietro Apostolo a Rovere di Rocca di Mezzo. 

Indagati:
Giancarlo Boscaino (tecnico)
Claudia Castagnoli (dipendente Mibact)
Valerio Agostinelli (tecnico)
Italo Albani (imprenditore)
Fabio Cacciari (tecnico)
Gianfranco D’Alò (dipendente Sovrintendenza)
Aldino Del Cane (tecnico)
Franco De Vitis (dipendente Sovrintendenza)
Federica Di Vincenzo (tecnico)
Claudio Finarelli (dipendente Mibact)
Giuseppe Liberati (dipendente Sovrintendenza)
Giorgio Aldo Pezzi (dipendente Sovrintendenza)
Lucio Piccinini (imprenditore)
Vladimiro Placidi (tecnico)
Giuseppe Rossi (dipendente Mibact)
Gianluca Marcantonio (tecnico)
Pasquale Marenna (tecnico)
Francesco Montazzoli (collaboratore studio Di Vincenzo)
Berardino Olivieri (dipendente Sovrintendenza)
Ernesto Penzi (imprenditore)

Commenta

Commenti

Nomi e cognomi ........................

Grazie

PIETA'........PIETA'.............
L'Italia della vergogna............

Drogati di denaro. Esistenze da riempire.

Nessuna sorpresa in questo paese non c' è più nessuna morale, forse sarebbe meglio andarsene

Sì Giancarlo,
VOGLIAMO NOME E COGNOME DI QUESTI SQUALLIDI PERS
ONAGGI.......

Questa è la prassi, vuoi lavorare? Devi pagare, Ovunque ci sono imprese che colonizzano un territorio, Teramo non è diversa da tutte le altre realtà locali italiane, sta nella media, vogliamo ricordare le rotonde di Teramo? Andiamo a vedere i lavori fatti a Civitella nell'emergenza terremoto? Vogliamo andare a vedere i lavori fatti nelle scuole teramane? Vogliamo andare a controllare i plessi scolastici di Giulianova? Sempre e solo amici degli amici, ma com'è strano...

Ok grazie per averci fornito i nomi.......

Più leggo i giornali , web ,ecc....... su questo caso , mi fa sempre più incazzare notevolmente ......... .
Non in carcere , non serve è troppo comodo oltretutto paghiamo noi le spese !!!! ......... TIRATE FUORI I SOLDI CHE VI SIETE FREGATI CON TUTTI GLI INTERESSI.
S C H I F O S I IGNORANTI

è singolare che abbiano dato pene "esemplari" a chi esercita la professione.....2 mesi di inibizione in estate...ferie anticipate....viva l'italia