Salta al contenuto principale

Delegazione teramana da Papa Francesco. " La Preghiera è il respiro della Vita".

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Nna delegazione della Diocesi di Teramo-Atri, guidata dal Vescovo Lorenzo Leuzzi, è stata ricevuta questa mattina in Udienza Generale da Papa Francesco nella Città del Vaticano.
 

"All’udienza generale Papa Francesco torna sulla perseveranza da dedicare alla preghiera e sottolinea che è disumano essere talmente assorbiti dal lavoro da non trovare più il tempo per raccogliersi nel rapporto con Dio".

"Pregare non è in contraddizione con “l’operosità quotidiana”, con “i tanti piccoli obblighi e appuntamenti”, “semmai è il luogo dove ogni azione ritrova il suo senso, il suo perché e la sua pace”. È sulla perseveranza nella preghiera che ruota stamani la catechesi del Papa all’udienza generale nel Cortile di San Damaso". https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2021-06/papa-francesco-udienza-generale-preghiera-perseveranza.html?fbclid=IwAR31yUdKro4t38QrKErwn4tk1dBzan0G2UDuYy_mwa96y_Exh7IqSabFMak

Il presule aprutino è stato accompagnato da una folta rappresentanza del mondo dell’istruzione e da numerosi dirigenti scolastici del territorioL’incontro con il Santo Padre nasce infatti dall’iniziativa promossa 
nel Natale 2020 dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo, quando in concomitanza con il disvelamento al mondo del presepe artistico di Castelli in Piazza San Pietro venne lanciato il concorso Un presepe per il Mondo”, occasione per fare riflettere gli alunni delle scuole sul significato del presepe quale simbolo di fratellanza e amicizia fra popoli in un momento di profonda solitudine e sofferenza legata all’emergenza Covid-19.

Nel corso dell’Udienza Generale sono stati consegnati al Sommo Pontefice gli atti del convegno “Con i giovani protagonisti nella storia. Gli adolescenti e il patto educativo e inter-generazionale” organizzato il 7 e 8 maggio scorsi dalla Diocesi e dall’USR in preparazione all’ultima edizione della Veglia Mariana Internazionale dei Giovani di San Gabriele. La due giorni, nata come risposta a una sollecitazione proveniente proprio da Papa Francesco sul rilancio della questione educativa nel mondo globalizzato, ha dato vita a un’esperienza intensa ed emozionante, di grande valore culturale e sociale (testimoniata dai contributi, tra gli altri, del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e del Segretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica Mons. Vincenzo Zani), i cui tangibili risultati sono stati affidati alle mani non solo del Santo Padre, ma anche del Ministro Bianchi.

 

Commenta