Salta al contenuto principale
|

Teramo. Villa Comunale. Non era solo una papera....

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Clamitat ad caelun vox sanguinis et sodomorum, vox oppressorum viduae...

I peccati contro la natura.
Non era solo una papera ma un essere vivente circondato da animali travestiti da uomini o da ragazzi.
Il branco.
Quando una lettrice mi ha scritto che c'era una papera morta alla villa comunale di Teramo; quando mi ha raccontato che la figlia piccola ha visto dei ragazzi tirare pietre contro cigni e papere; quando un altro adolescente mi ha testimoniato che qualcuno ha provato a tirarle il collo...il sospetto che la pro nipote di zio Paperone non sia morta per sua natura e tempo ma barbaramente uccisa, mi arriva forte al cuore e al cervello come un pugno nello stomaco. 
Il Vigile Ecologico, Vincenzo Calvarese ha portato via la carcassa; L'ass. Di Bonaventura ha promesso di alzare la voce per le telecamere ma non era solo una papera.
La violenza gratuita è un malessere che ha diverse deviazioni come il bullismo, per esempio.
L'intervento non dovrà essere solo repressivo ma soprattutto preventivo.
Abbiamo bisogno di sicurezza con le telecamere, promesse durante la campagna elettorale; abbiamo bisogno di un custode della Villa Comunale e poi, della buona scuola.
L'educazione civica con ore trascorse a parlare di vita quotidiana e di cronaca anche e solo a leggere i quotidiani.
Anziani picchiati, vittime di bullismo o di altre violenze sui bambini o sulle donne.
Ripartiamo dall'educazione verso gli altri?
Ripartiamo dalle famiglie?

Commenta

Commenti

Ancora telecamere? Ma basta sono decenni che parlano di telecamere. Siete sicuri che i problemi si risolvono via cavo??

Che vergogna: "Mi domando che madri avete avuto" ogni volta.

In questa città stanno crescendo pericolosissimi bulli (e qualcuno lo abbiamo pure santificato..)

Questa è la cartina di tornasole della nostra società, tutta figliata dalla partitocrazia: forte con i deboli, e debole con i forti.

E mo avete scassato... La buona scuola? ma può essere che a tutto deve rimediare la scuola... Qui ci vogliono buone famiglie, se i ragazzi non rispettano la vita in ogni sua forma è colpa delle famiglie, se un bambino dice "zitta tu che ho ragione io perché sono maschio" è colpa delle famiglie, se a scuola un ragazzino prende in giro il compagno con la sindrome di down e colpa delle famiglie. Basta scaricare le proprie responsabilità sulla scuola, questo è proprio ciò che pensa il genitore di questi piccoli animali... "Ci dovrebbe pensare la scuola, io che ci posso fare?”. Basta, basta basta.

Ma quali telecamere, ma quale educazione civica,
é solo tempo perso con i maleducati di oggi.
La soluzione é semplice ed efficace, appostamenti
nei cespugli e sugli alberi, appena li becchi, subito
schiaffi calci e pugni fino al cancello più lontano,
senza denunce o prediche....... no perditempo.
Da molto tempo ho ricominciato a passeggiare
nella villa, con la speranza di beccare qualcuno.
Tempo al tempo!!

questa è il fallimento dei genitori di queste menti perverse, sconfitta come educatori, senza la minima capacità di trasmettere i veri valori , senza il minimo controllo su di essi.
la cosa peggiore che quando raramente vengono presi, i genitori sono i primi a difenderli, a costo di menzogne, anche per difendere la loro incapacità di veri imbecilli.
vergogna

Non sono solo ragazzi... Sono teppisti delinquenti da riformatorio.. Sono gli stessi che la notte spadroneggiano per la città con strafottenza e arroganza senza alcun controllo... Ma costoro ce l'hanno una famiglia?

È troppo tardi...

Povera Teramo, preda di ignoranti prepotenti

Complimenti! Mi congratulo con le famiglie di questi sadici bulletti che amano passare il tempo torturando gli animali,faccio presente che l'accanimento contro gli animali è passibile di denuncia,oltretutto questi atteggiamenti sono sintomo di possibili squilibri mentali,vanno presi provvedimenti.

Non è mai troppo tardi.... ma chi vede deve parlare!! Si ha troppa paura ad affrontare questi personaggi!!!!!!!

Bravo a Il Risolutore! Così si deve fare a Teramo. Rispetto della nostra città!!!

Senza schiaffi e pugni. Ma una bella predica ci sta più che bene!!!