Salta al contenuto principale

Il pezzo di merda di Storace chieda scusa a Rita Levi Montalcini

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Qualche anno fa....

"CARO DIRETTORE, ho letto su Repubblica di ieri che Storace vorrebbe consegnarmi, portandomele direttamente a casa, un paio di stampelle. Vorrei esporre alcune considerazioni in merito.

Io sottoscritta, in pieno possesso delle mie facoltà mentali e fisiche, continuo la mia attività scientifica e sociale del tutto indifferente agli ignobili attacchi rivoltimi da alcuni settori del Parlamento italiano.

In qualità di senatore a vita e in base all'articolo 59 della Costituzione Italiana espleterò le mie funzioni di voto fino a che il Parlamento non deciderà di apporre relative modifiche. Pertanto esercito tale diritto secondo la mia piena coscienza e coerenza.

Mi rivolgo a chi ha lanciato l'idea di farmi pervenire le stampelle per sostenere la mia "deambulazione" e quella dell'attuale Governo, per precisare che non vi è alcun bisogno.
Desidero inoltre fare presente che non possiedo "i miliardi", dato che ho sempre destinato le mie modeste risorse a favore, non soltanto delle persone bisognose, ma anche per sostenere cause sociali di prioritaria importanza.

A quanti hanno dimostrato di non possedere le mie stesse "facoltà", mentali e di comportamento, esprimo il più profondo sdegno non per gli attacchi personali, ma perché le loro manifestazioni riconducono a sistemi totalitari di triste memoria
".

Poi venne Grillo che la definì " Vecchia Puttana". Si Beppe Grillo. Il comico che non faceva ridere e che non faceva politica. Solo inciviltà.

Quando muore una donna il mondo perde la vita. Quando muore una donna come Rita Levi Montalcini il mondo si accartoccia. Si chiude in se stesso per il dolore, la tenerezza, l'ansia.
Bambina, giovane, donna, la scienza che diventa coscienza, conoscenza...la riverenza della ricerca.
Cara Montalcini, le chiedo scusa per conto degli uomini come l'ex Ministro Storace e Beppe Grillo. Il cafone e il fascista sono un'alchimia da primari politici.
Il nostro Nobel.
Le chiedo scusa per le discriminazioni che ha dovuto subire.
Il suo è il nostro esempio.
La sua passeggiata di mattina, i suoi boschi, la sua disciplina, rendono leggera ogni nostra fatica. Mai lacrima è stata così ben scesa. Un abbraccio ad Alda Merini e Wislawa Szymborska.

A presto...


Grazie....

Commenta

Commenti

@Falconi vede lei non e' migliore di chi oggi stigmatizza il comportamento.Il suo rivolgersi e' solo volgare e non fa onore a chi legge questo blog,men che meno a lei.Spesso vedo scadere nel trivio chi qui scrive e commenta,e non e' un gran spettacolo,faccia ammenda lei per primo.
Oh, iniziamo a chiamare le persone con i loro nomi, così magari togliamo a questa gente l'alone di perbenismo di cui s'ammantano, e li mandiamo a spalare al merda! Storace : fascista, deficiente, molto deficiente, criminale. Se volete vi elenco tutte le cause che generano tali appellativi. Caro professor Occultis, vede, il problema, non è chiamare un pezzo di merda "pezzo di merda", ma sapere i motivi per i quali tali appellativi vengono usati. Sa cosa non fa onore a nessuno?Che tali soggetti, a distanza di anni, siano ancora lì, belli come il sole, novelli candidati ad una poltrona di pregio. Gente così dovrebbe essere presa a calci in culo, e non metaforicamente. Invece qui , in questa pseudo-nazione viene anche votata. Dovrebbe essere presa a calci in culo 1) da chi li candida 2) da chi li vota 3) da chi li incontra per strada Ma la ricordate la "cura Di Bella"? Dopo che una commissione, a seguito di sperimentazioni (volute a furor di popolo) ne aveva decretato il fallimento, distanza di 5-6 anni, questo tizio ne rifinazia con soldi pubblici una nuova sperimentazione (nel frattempo la cura non era cambiata) L'incapacità di tali persone a guidare la cosa pubblica dovrebbe essere la parte più penosa. Fallimenti politici, fallimenti ideologici, fallimenti personali..... tutti i politici italiani ne possono vantare a iosa... e noi li rivotiamo ancora, ancora e ancora.... Ecco, se chiamare queste persone con il loro nome "pezzo di merda" , "fascista", "ladro", "ignorante" , "puttaniere", "picchiatore", "criminale" può servire ad aprire gli occhi a qualcuno ben venga. Preferisco leggere centinaia di insulti "legittimi" piuttosto vedere il mio paese e il mio futuro nelle mani di queste MERDE.
Nel 1975 Francesco Della Valle, gestore della Fidia, piccola azienda farmaceutica di Abano (Padova) ottiene da Duilio Poggiolini, il corrotto dirigente del ministero della Sanità (sarà in seguito condannato, insieme alla moglie complice), la registrazione di un farmaco spacciato come miracoloso, il Cronassial. Non supererà mai i test scientifici imposti dalla normativa e si rivelerà, nelle miglior delle ipotesi, un placebo e, nelle peggiori, addirittura dannoso. Della Valle, che ha bisogno di referenti scientifici per far pubblicità al suo Cronassial, versa 50 milioni (del 1975, badate bene) a Rita Levi Montalcini, che perora contributi per la Fondazione Levi. Da questo momento i rapporti tra Levi Montalcini e Fidia si fanno sempre più stretti. «La scienziata - dichiararono a Espansione i ricercatori della Fidia -segue le indagini di laboratorio e ne esamina i risultati», mentre il materiale promozionale dell'azienda rimarca il madrinaggio dell'illustre scienziata, che assurge, nei fatti se non nelle intenzioni, a capofila dei garanti scientifici della Fidia. Nel 1986 la Levi Montalcini riceve, insieme a Stanley Cohen, il Nobelper la scoperta del fattore di accrescimento delle fibre nervose. Nelsuo discorso di ringraziamento dinanzi alla stampa mondiale, la donna si rivolge riconoscente agli amici della Fidia che l'hanno aiutata nelle ricerche. Per Fidia e il suo Cronassial è un trionfo. Il Cronassial, che nei momenti di massima incidenza sul fatturato arriva all'82%, diventa il farmaco più venduto in Italia. Il marketing aggressivo di Della Valle induce i medici a prescriverlo come cura di tutti i mali. La Fidia, che nel 1968, all'arrivo di Della Valle, fatturava 600milioni, balza a 420 miliardi e si colloca al quarto posto nella classifica delle industrie farmaceutiche. Nel 1989 Le autorità della Germania mettono in relazione il Cronassial con una malattia che paralizza gli arti e uccide un paziente su dieci: la sindrome di Guillain-Barré. Il Cronassial è bandito dal mercato tedesco. L'anno dopo, in Gran Bretagna, gli inglesi vietano la vendita del Cronassial, che è ricavato dal cervello di bue. In seguito il farmaco sarà bandito anche dalla Spagna (per la Guillain-Barré) e in altri mercati, mentre negli Stati Uniti non otterrà mai la registrazione. Inizia il tramonto di Della Valle, che i padroni della Fidia (misteriosi individui di una società anonima basata a Mendrisio,in Svizzera) cacciano. Della Valle si mette in proprio e fonda una microazienda, la Lifegroup. Levi Montalcini, che in tutto questo tempo non ha mai preso le distanze dai nefasti del Cronassial, dichiara:«L'uscita di Della Valle dalla Fidia minaccia la sopravvivenza della ricerca scientifica». Che invece sopravviverebbe alla Lifegroup, dove l'anziano premio Nobel dirotta la propria collaborazione. Espansione chiese invano a Levi Montalcini un commento sulle disgrazie del Cronassial, nel frattempo fustigato anche dal British Medical Journal, una delle più autorevoli riviste scientifiche internazionali del settore. Le vendite del Cronassial crollarono del 95% finché persino l'Italia, nonostante le resistenze di Poggiolini, fu costretta a metterlo fuori legge. Stampa e comunità scientifica internazionale spararono a zero contro «un farmaco in cerca di patologia», come lo battezzò Daniele Coen, ricercatore dell'Istituto Negri di Milano (presieduto da Silvio Garattini). Furono stigmatizzate le astuzie di Della Valle, la complicità dei medici prescrittori e le corruttele alministero della Sanità. vediamo se hai l'onestà di pubblicarlo...
Dopo aver letto ,quello che hanno affermato il comico grillo,ed il comico fascista,sinceramente dovrebbero chiedere scusa pubblicamente ,a questa donna,medico,scienziato,ricercatrice,senatrice,che ha fatto tanto per la ricerca scientifica ,premiata con un nobel.chissà se un domani loro prenderanno il nobel per la deficienza .ciao berry

Caro antifascista è ignoranza potresti rimanere in tema. Hai il coraggio di esprimere un'opinione sul tema. Sull'Oggetto?

Vana illusione Giancarlo, purtroppo la merda è merda, non h COSCIENZA DI SE E QUINDI NON CONOSCE VERGOGNA.
scusa occultis, ma che cazzo vai dicendo?hai capito il pensiero di Falconi? vergognati e non meriti neanche un augurio di buon anno.
Perchè non rientra nel tema? Sul fatto di Storace nulla da dire, mi sembra poco rilevante e comunque non mi pare sia uno scandalo. La cosa realmente rilevante è questa farsa della beatificazione laica di certi personaggi più che discutibili.
Ricordo che all'epoca alcuni esponenti di destra ( roba da matti) misero sullo stesso piano Storace e la Montalcini.La differenza che il primo si comporto' in modo villano,cattivo e offensivo nei confronti di una signora verso la quale avrebbe dovuto portare rispetto mentre la seconda attese l'occasione per replicare in modo civile,intelligente,ironico e per nulla offensivo alle vergognose parole di Storace nelle quali non c'era ironia ma solo la cattiveria e l' arroganza gratuite tipiche del soggetto.
Il grande e compianto Enzo Biagi diceva: "Cara Italia perchè giusto o sbagliato che sia questo è il mio paese con le sue grandi qualità ed i suoi grandi difetti".
Caro Antoine che discuti a fare? Fatti una tazza con noi di Mosciano che beviamo per dimenticare un'amministrazione becera e molto altro. Per il resto la professoressa Montalcini signora scenziata merita il nostro silenzio e rimpianto. Il resto è una scena penosa.
mi rallegro con l'anonimo estensore del pezzo titolato antifascismo è ignoranza.con parole non volgari ma purtroppo veritiere ha svelato retroscena non molto limpidi dei sistemi di marketing messi in opera da alcune industrie farmaceutiche che operano nel territorio coloniale italiota
Rita Levi Montalcini....? Perchè non ricordiamo qualcosa in merito al Cronassial definito un "medicinale in cerca di patologia". E i rapporti della senatrice con la casa farmaceutica svizzera Fidia? E quelli con il re del farmaco Duilio Poggiolini? Giù la maschera dalla falsa morale..... Rita Levi Montalcini fece la fortuna di Francesco Della Valle, patron della Fidia, che si occupò materialmente anche del nobel.... Guarda caso. Qui fascismo ed antifascismo non c'entrano. Basta con questi ritornelli per nascondere fatti e misfatti...
La teoria della Montagna di Merda Per quanto tu possa essere bravo a smentire con prove e fatti le falsità messe in giro, i cialtroni di turno faranno senz'altro minor fatica di te a produrne in quantità. @ antifascista ignorante, qui è il link della smentita data dall'Accademia Svedese: http://archiviostorico.corriere.it/1994/febbraio/17/comprare_Nobel_una_… Per quanto riguarda beppe grillo (che ripropose queste falsità in un suo spettacolo, dando della vecchia puttana alla Levi - Montalcini) patteggiò davanti al giudice Luca Solerio, la multa di 4mila euro. Grillo pagò, ma poi fece ricorso in Cassazione per quanto concerne la liquidazione e le spese legali che il pubblico ministero di Cuneo – Guido Bissoni – aveva fissato in seimila e 100 euro. Le spese sostenute dalla parte civile nel giudizio di primo grado, da porre a carico dell’imputato Grillo, furono quindi calcolate in complessivi 4mila e 400 euro più Iva. Il giullare genovese non è nuovo a bufale, ricordo ancora l'OGM pomodoro-pesce (mai esistito) e la bio-wash-ball solenne fregatura per gonzi, la polemica con la Dott. Levi - Montalcini fa parte del quadretto. Per questo occorre fare attenzione a cosa si dice. Per quanto riguarda l'eventuali santificazioni, ognuno ha gli eroi che si merita. Buon Anno
..ma quando avremo mai un'altra nostra connazionale premio Nobel? Forse avremo altre onorevoli donne a vita (Bindi,Finocchiaro,ecc.ecc.) ma dobbiamo avere il necessario rispetto per una Donna che ha portato l'Italia a così alti livelli, non è certamente questo il momento delle polemiche. Buon Anno a tutti
@Pango io dei suoi auguri,faccio volentieri a meno...
Ha ragione Antoine. L'errore era mettere in paragone Storace e la Montalcini.
allora prenditi un va fan cu-----------
Lungi da me l'idea che certe polemiche traggano origine da una questioncina che NESSUNO qui ha scritto e che credo di dover scrivere, così...per i più piccoli: la Montalcini era EBREA.
"All’Obbedienza di Palazzo Giustiniani, Rita Levi Montalcini era legata da sentimenti di amicizia e confronto sincero, tanto da essere ospite a Villa il Vascello, il 21 settembre 2002, insieme a Rigoberta Menchù, per parlare di scienza e pace a servizio dell’uomo" (Gustavo Raffi - Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, loggia massonica)
@ ignoranza e questo cosa dovrebbe dimostrare, la tua arrampicata sugli specchi? Da giorni assisto ad una gara ignobile a chi getta più fango, con un copiaincolla sempre della stessa unica notizia. Dai siti animalisti e vegan giungono grida di esultanza per la scomparsa di una Donna eccezionale (non ho mai sentito di animalisti o vegan che rifiutino sdegnati degli antibiotici, oppure oggetto di TSO al pari di un Testimone di Geova), una paccottiglia francamente miserabile. La Scienza costa e non si parla solo di lacrime e sangue, di "studio matto e disperatissimo", ma di soldi e tanti per le strutture, per le attrezzature sempre all'avanguardia, per le persone. Oppure credete alla favola degli "studi indipendenti" come periodicamente dicono di fare i cazzari di coldiretti, greenpeace, wwf e tanti altri, con studi di cui non si conoscono pubblicazioni nè le metodologie adottate, buoni solo per proclami giornalistici per attrarre le attenzioni del pubblico e lucrare sulle donazioni. La Scienza è altro, e Rita Levi Montalcini ne era un faro, tutto il resto non conta.
"Quando muore una donna come Rita Levi Montalcini il mondo si accartoccia. Si chiude in se stesso per il dolore, la tenerezza, l'ansia" La sua prosa è sempre eccellente come sempre, dott. Falconi, ma le chiedo: è possibile ammirare la scienziata, le sue ricerche, esserle grati per l'indubbio lustro che ha dato all'Italia ma avere un'opinione alquanto diversa sulla donna? In questi giorni ne è stata elaborata un'icona post mortem (sport diffuso nel nostro Paese) eppure la defunta, in vita, tutto è stata fuorchè un santino buono per tutte le stagioni; la Montalcini non ha mai risparmiato (e ne apprezzo la sincerità) giudizi critici al limite dell'insulto su alcuni personaggi della Chiesa del novecento (perfino su Giovanni XXIII, Papa Roncalli), ha espresso idee, a mio dire criminali, sull'aborto e eutanasia, ha sempre accettato finanziamenti dalle multinazionali del farmaco che nell'Africa post coloniale affamavano (e affamano) popolazioni indigene...dulcis in fundo non le ha fatto certo onore il suo voto al moribondo governo Prodi. In definitiva, ottima scienziata, ma, per favore, lasciateci almeno il diritto di dissentire, senza insulti ci mancherebbe, sul suo valore umano e non partecipare alla laica celebrazione funebre.
@Diego mi scusi, per curiosità, cosa intende con espressioni tipo "studi indipendenti come fanno i cazzari del wwf o greenpeace?" Potrebbe indicarmi uno dico UNO SPECIFICO "studio" del wwf che rientri in questa sua categoria? Le sarei molto grato.
per riassumere: ha sponsorizzato un farmaco dannoso e ci ha preso fior di quattrini, era "collusa" con massoneria e poteri forti il che fa rima anche con senatrice a vita, sionista ed antifascista...la verità sul "valore" dei premi nobel falconi non me la fa scrivere.
Oltre al bianco e al nero, esiste anche grigio ... a volte chiaro Come spesso accade la verità è nel mezzo http://www.giornalettismo.com/archives/683677/rita-levi-montalcini-e-la…
Chiaro? Io dire antracite... Posso giustificare il Valentino Rossi che promuove scarpe da calciatore che ti rovinano i piedi, non il Valentino Rossi che promuove una motocicletta che non fa le curve... Il Cronassial era un neuro-farmaco, a base di gangliosidi... In quanto ai "patti col diavolo"... a quando un Nobel postumo a Mengele come padre della ricerca genetica e della bio-ingegneria?