Salta al contenuto principale
|

Care Mamme, vi racconto l'inferno di mio figlio...

9 minuti

Care MAMME, amiche, vicine di casa o di cuore
Care MAMME che ci conosciamo da anni o che solo da poco tempo abbiamo cominciato a incrociare i nostri occhi. Care MAMME professioniste, medici, infermiere, insegnanti casalinghe... CARE MAMME SCRIVO A VOI affinché ascoltiate la voce di una mamma che da troppo tempo ha le notti infrante. Vi scrivo perché anche questa notte un attacco di panico mi ha buttata via dal letto costringendomi a pensare, elucubrare, scrivere.
Voglio raccontarvi una storia, la storia di Davide.
Il mio bimbo è nato a giugno nel 2014, prematuro, con parto cesareo urgente. Ha avuto un distress respiratorio che lo ha costretto a essere intubato per 24 ore, poi la sua vita, grazie alla sua immensa forza racchiusa in un corpicino che stava nel palmo di una mano, ha preso la giusta strada. TENACE quel bimbo, proprio come lo siamo io e suo padre nel condurre la battaglia che oggi ci vede vicini a migliaia di genitori in tutta Italia, in tutto il mondo. A settembre e a dicembre di quell'anno Davide riceve le prime vaccinazioni Esavale e Pneumococcico. INIZIA L'INFERNO.

SIETE MAI STATI ALL'INFERNO?!ytytyty
 Ecco, ve lo racconto io.
Davide inizia a stare male, prima
febbre, poi tremori, agitazione e vomito, per i primi tre giorni dall'inoculazione ci sentiamo ripetere che •È NORMALE • poi la febbre passa, ma il vomito NO. DAVIDE vomita in continuazione, sembra posseduto da un male inspiegabile. URLA E VOMITA. Ci dicono esofagite, ma la cosa è incontrollabile. Tutte le notti deve stare in braccio in posizione verticale e pure il giorno. Lui urla sempre, piange, ringhia. Aveva appena iniziato a mangiare cibo, ma tutto quello star male lo fa immediatamente regredire. Davide NON SORRIDE PIU'.
Voi MAMME lo sapete come scalda il cuore il sorriso di un bambino?! Sì, lo sapete, e come se lo sapete. Guardate i VOSTRI figli e rinfrescatevi i ricordi. Il sorriso di una bambino è un detonatore di emozioni. Ecco, DAVIDE non sorrideva più. La pediatra era nel panico, annaspava senza soluzione. Io e il mio compagno ci guardavamo con gli occhi stravolti senza capire.
Il 15 dicembre un'amica mi porta di peso in ospedale e lì inizia il nostro calvario, inizia una strada lastricata di ferite che solo oggi stiamo iniziando a guarire. IL BIMBO STA MALE, le analisi confermano una condizione ematica critica. Al Bambino Gesù ci riservano una stanza per il ricovero urgente. Anemia Fulminea. Il midollo non produce reticolociti (che sono i globuli rossi giovani) e il bambino deve fare con urgenza una trasfusione. Ma anche i medici discordano, perché non vogliono trasfondere senza capire cosa sia successo. Due settimane di prelievi, flebo, analisi, teorie, supposizioni. Davide entra in ospedale e da quel momento inizia a distaccarsi da tutto. Non interagisce, subisce tutto. Urla la notte, si dimena, si irrigidisce, rivolta gli occhi e vomita. Mi dicono "forse ha gli incubi", tutte le notti, più volte nella stessa notte. Dopo 15 giorni ci dimettono senza diagnosi. Continuiamo a far visitare il bimbo ogni due settimane, con prelievi di sangue e visite specialistiche. Non sapevano cosa dire sull'accaduto. Ma una cosa per loro era certa: "SIGNORA; IL VACCINO NON C'ENTRA NIENTE!"
Ma io sono testarda, sono caparbia e non mi arrendo. Sopportiamo la fatica, senza dormire mai, con le occhiaia alle ginocchia e con uno stato di sconforto che incrinava la nostra vita quotidiana. La mancanza di sonno uccide. Davide cresce, ha un anno, non cammina, non parla. RINGHIA. Si picchia in testa, si produce sangue dal naso. Al richiamo del 12° mese NON ci presentiamo. Io ho paura, avevo cominciato a leggere di REAZIONI AVVERSE, al tg parlano di danneggiati da vaccino, di alcuni genitori che hanno fatto causa e hanno visto risarcito il loro danno. Era il 2015 e ancora si poteva parlare di questo...dopo un po' le cose ache in TV hanno preso una brutta piega. Comincio a riflettere. La pediatra con cui mi vedo tutti i giorni comincia a avere dubbi, ma NON mi dice di fare la segnalazione. Davide comincia a camminare a 20 mesi. VOI lo sapete, NON È NORMALE. Davide NON PARLA. continua a ringhiare. CONTINUA a picchiarsi. La notte urla, vomita, si dimena, scalcia, si irrigidisce e rivolta gli occhi. Di giorno urla, butta a terra ogni cosa, sbanda, barcolla, cade in continuazione perché comunque NON SI TIENE IN EQUILIBRIO. La tata del nido ci chiama, con l'amore di una sorella si avvicina alle nostre paure. Ci dice che dobbiamo aprire gli occhi, che non è semplice capire e accettare, ci accarezza il cuore e ci offre dei consigli. NOI SAPEVAMO GIA'. Avevamo bisogno di qualcuno che ci capisse e ci desse coraggio. La pre–diagnosi arriva a ventuno mesi: Disturbi da tenere sotto controllo, riconducibili a disturbi dello SPETTRO AUTISTICO. DISORDINI DEL COMPORTAMENTO, RITARDO GENERALIZZATO DELLO SVILUPPO. La rabbia cresce, la paura anche. Ma una sola certezza: NOSTRO FIGLIO STAVA MALE E NESSUNO RIUSCIVA A CAPIRE COSA AVESSE. L'INFERNO È QUESTO. Non sapere cos'ha tuo figlio e non poter fare nulla. Iniziamo a prendere informazioni, "Professor Google" dicono quelli che ci deridono, ma una mamma con tre figli non ha tempo di prendere una laurea in medicina, dovrebbe potersi rivolgere ai medici e avere risposte. Per noi non è così, noi le risposte dobbiamo andarle a cercare.
La crisi in famiglia è tale che decidiamo di trasferirci, perché Roma è troppo difficile da vivere, perché io devo smettere di lavorare per occuparmi di nostro figlio, perché anche gli altri due hanno diritto a una vita decorosa. Torniamo al paese. Spazi aperti, aria migliore, casa grande, la famiglia vicina. Conosco la realtà ASsIs, mi informo sui pediatri obiettori di coscienza, prendo un appuntamento con il dottor SERRAVALLE a Pisa. Finalmente le cose cominciano a prendere una nuova direzione. Davide inizia a essere curato per il suo male: INTOSSICAZIONE DA METALLI PESANTI. • ALLUMINIO, ARGENTO, PIOMBO, MERCURIO, TALLIO, RODIO • Quello che era sempre stato speso come una leggenda metropolitana era capitato anche a nostro figlio, e dico "anche" perché Davide NON È il solo. Sono migliaia in tutta Italia, in ogni dove, anche qui nella nostra zona. METALLI PESANTI NEL CORPO DI UN BIMBO ALLATTATO FINO A DUE ANNI?! La domanda da porsi è questa: da dove sono arrivati?!Incontro in rete altri genitori che mi raccontano la loro storia, che accolgono la mia, la nostra. Entriamo a far parte di una nuova comunità, quella che i media, i politici e alcuni medici fanatici definiscono "DEI CRIMINALI CHE NON VACCINANO".
MAMME E PAPA' LASCIATI ALLO SBANDO PERCHE' OSANO PROFERIRE LA VERITA' INDICIBILE.
Quella verità che oggi attraverso la LEGGE LORENZIN viene sbeffeggiata. Quella verità che io urlo a voce grossa: LA VACCINAZIONE HA QUASI UCCISO MIO FIGLIO e NON ABBASSERO' LA TESTA A NESSUNA LEGGE CHE MI VUOLE IMPORRE DI TERMINARE COSI' L'ESISTENZA DI MIO FIGLIO.
A distanza di otto mesi dall'inizio della terapia con SERRAVALLE, Davide ha conosciuto la sua RINASCITA. Oggi sorride, guarda in faccia gli amichetti del nido, ci gioca, interagisce. Corre, salta, mangia come tutti gli altri. Spesso va in tilt. Il suo sistema emozionale non gestisce bene i flussi...L'AUTISMO, ANCHE SE LIEVE, FA SPESSO CAPOLINO. La notte spesso dorme, altre volte, come tanti, è irrequieto. "Dovrete abituarvi all'idea che FORSE NON PARLERA' MAI, elaborate il lutto, la perdita...sarà meglio per tutti" ci aveva detto una neuropsichiatra. Eppure oggi Davide dice almeno cento paroline, le dice male, le blatera, ma ci prova. DAVIDE HA TRE ANNI E TUTTA LA VITA DAVANTI.
DAVIDE HA DIRITTO DI ANDARE A SCUOLA.
Care MAMME di questo paese che abito, STATECI VICINE. In questa lotta all'esclusione esigete con me che i bambini abbiano LA STESSA DIGNITA' SOCIALE DI TUTTI GLI ALTRI. NOI NON VACCINEREMO MAI PIU' NOSTRO FIGLIO e forse per questo saremo colpevoli. Ma vi faccio una domanda: CHI DI VOI SE AVESSE QUESTA STORIA LO FAREBBE????
CHI DI VOI LEGGENDO QUESTA STORIA E CONOSCENDOMI E CONOSCENDO DAVIDE se la sente di dirci:
NO, LUI A SCUOLA NO!
Care MAMME, io lunedì 11 SETTEMBRE porterò mio figlio a SCUOLA. E vi chiedo: STARETE DALLA MIA PARTE??????
E vi PREGO da mamma, col cuore in mano di accogliere questa vicenda nel vostro cuore e cercare quella dolcezza che in ogni madre fa la differenza. TUTTI I BAMBINI HANO GLI STESSI DIRITTI ALLA VITA. TUTTI.
La storia ce lo insegna, LE DISCRIMINAZIONI SONO UN FALLIMENTO.
STATE DALLA NOSTRA PARTE.

 

Lina Monaco

Commenta

Commenti

|

Grazie per questa lettera, sono sicura che disintossicato il corpo da quelle sostanze neurotossiche vostro figlio saprà recuperare al meglio. La capacità di recupero del corpo è incredibile.

|

Complimenti a questa mamma! La denuncia è giusta e purtroppo conferma le verità nascoste sui vaccini. Io e mia moglie abbiamo forti dubbi perché la salute non dipende dal vaccino o da quanto ci guadagnano chi o le case farmaceutiche. La salute è nell'aria, nel cibo, da preservare prima degli sbarchi..... cmq mio diciamo NO ai vaccini!

|

Siamo con te Lina, continuiamo la nostra opposizione per la salute e felicità dei nostri figli.

|

Colpa dei vaccini...ma non lo ammetteranno mai.

|

Ho due figli non vaccinati e siamo dalla tua parte.

|

Forza sig.ra Lina e forza Davide

|

Signora Monaco esprimo a Lei e al papà di Suo figlio tutta la mia solidarietà per questa dolorosa situazione che vivete. Anni fa ho assistito il papà di una bambina affetta da autismo che una documentata perizia medico-legale di parte attribuiva alla vaccinazione di "antipolio Sabin". Intentato il processo civile contro l'Ente Regione (per l'Azienda Sanitaria Locale che aveva somministrato il vaccino) e il Ministero della Salute e nominato dal Tribunale un perito medico-legale d'ufficio (la cosiddetta C.T.U.) la sentenza finale ha riconosciuto il nesso di causalità tra vaccinazione ed autismo, condannando parte convenuta ad un cospicuo risarcimento secondo i parametri stabiliti dalla legge. Mentre per altri casi so che in tribunale la causalità non è stata riconosciuta allo stesso modo. Auguro a Suo figlio e a Voi che intervenga la completa guarigione, ma se Vostro figlio fosse vittima della vaccinazione sarebbe giusto che ciò venisse riconosciuto e il bambino assistito come previsto dal nostro ordinamento. I migliori saluti

|

Puntualissima è arrivata la claque di sostegno. Gentilissima Signora Monaco in Italia è obbligatoria l'istruzione non la scuola, se non vorrà rispettare il sacrosanto obbligo di vaccinazione, potrà istruire il suo figliolo a casa. Le auguro ogni fortuna per la salute di suo Figlio, e nel contempo di sfuggire alle persone di pochi scrupoli, capaci di arricchirsi alle spalle di genitori con "cure" improbabili, purtroppo ne abbiamo visti tanti all'opera.

|

Cara Lina, che commozione.. per il tuo cucciolo ovviamente ma ancor prima per il tuo, il vostro amore per lui. Ho sempre vaccinato mia figlia incrociando le dita e dicendo una preghiera, e non posso neanche immaginare la vostra odissea.. mia figlia a 10 anni ma mi piacerebbe molto che andasse a scuola col tuo Davide ❤️

|

Sei una gran mamma..
Noi mamme di bimbi danneggiati abbiamo una gran forza.. io come te lotto ogni giorno..
Ci riprenderemo i nostri bimbi.. vedrai..!!
Con Serravalle sei in ottime mani..
Non mollare mai ❤

|

Il nostro, pseudo, presidente del consiglio Renzi nel suo mandato stipulò un accordo con una casa farmaceutica americana per i vaccini da sperimentare in Italia.
Signori purtroppo siamo vittime del nostro governo e chissà quante altre cose ci vengono nascosti.

|

Mio figlio prima dose di esavalente dopo 15 giorni ho notato un tremore in tutto il corpo...durato pochissimo!!ne parlo con i famigliari e la pediatra ma tutti dicono che nn può essere stata la vaccinazione....Secondo richiamo esavalente e neanche 24 ore dopo ho in braccio il mio bambino e trema ancora tutto...chiamo pediatra che mi dice che se si ripete la cosa devo andare subito in ospedale!!grazie a Dio i tremori non si presentano più....e mio figlio non ha più fatto nessuna vaccinazione!!!io non gioco con la vita di mio figlio e sono contro questo decreto corrotto che fa'divetar ricche le case farmaceutiche e non preserva la popolazione!!

|

Sono convinto che fare troppi vaccini sia gravemente pericoloso. Cara signora, ha pienamente ragione e la comprendo. Spero solo che i medici siano disposti a dare certificati di esenzione almeno a quei bambini che risultano più fragili e delicati, per esempio ai nati prematuri. Questo ricatto basato sul nesso tra vaccinazioni e diritto a frequentare la scuola mi pare intollerabile.

|

Nei vaccini non sono presenti metalli pesanti..perché nn pensare invece che i problemi del bambino siano legati al parto prematuro ed alle altre difficolta alla nascita? Basta con la disinformazione e la cattiva demagogia. Generano e alimentano ignoranza.

|

Siete delle capre ignoranti, dovrebbero togliervi la patria potestà.

|

Lettera carica di grandi emozioni..... Un forte abbraccio e.... Forza andiamo avanti in questa direzione....

|

Niente... Falconi non ce la fa proprio a dare spazio ai cialtroni antivaccinisti... È troppo più forte di lui...
Vi invito a prendere in mano dei libri di medicina prima di scrivere castronerie simili quali quelle nei commenti e non solo... Siete pericolosi per la comunità. Studiate!

|

Vi abbraccio e vi auguro buona fortuna. Come la auguro alle mamme che domani porteranno i figli a vaccinare. Perché di pagliuzze corte purtroppo ce ne sono tante nel mazzo. Ed a qualcuno toccherà ancora

|

Cara Lina, tieni duro, grazie a persone come te riusciremo a superare questo nuovo sopruso. Non riesco a comprendere chi, davanti ad una storia del genere riesce ancora a dire..i vaccini non centrano...o chi commenta dicendo che nei vaccini non ci sono metalli pesanti..vergognatevi della vostra ignoranza e del vostro servilismo, vergognatevi di osare commentare così una storia di dolore e angoscia causata dal nostro stato, dalla nostra sanità, dalle nostre leggi. Un bambino quasi muore un giorno dopo un vaccino...e il vaccino non ne è causa??Non ha mangiato troppe patatine, gli sono state sparate in corpo sostanze che la natura non ha previsto per il suo organismo. Vogliono ridurre i nostri figli a cavie da laboratorio per una sperimentazione di massa.Per togliere ai nostri bambini ancora qualcosa.
Cara Lina noi siamo con te. Eleonora Mauro Rebecca e Gabriele

|

SI TI STARÒ ACCANTO, GRAZIE PER AVERCI RACCONTATO LA TUA ESPERIENZA.CORAGGIO

|

cara lina io per fortuna non ho nipoti ma leggendo la tua esperienza ho pianto
ho una figlia che grazie al vaccino per la rosolia prima e quello per il papilloma che ho pagato 600 euro credendo di dare una sciance in più
le haa causato la sindrtome di sjogren ,daallora non e stata più bene
condivido la tua rabbia impotente e mi chiedo se queste persone che dispoticamente decidono della vita dei nostri figli per chissa quali scopi ,potranno mai avere pace difronte al genocidio che stanno perpetrando,
se essere ricordati al pari di erode Hitler e chiunque a questo livello di orrore varra la pena di qualunque eventuale beneficio.Dubito che i loro figli siano stati vaccinati mi meraviglio che la gente non sia insorta difronte a questa stragge ma forse la colpa e anche dei media costretti a filtrare o nascondere cio che sta accadendo,comunque dobbiamo continuamente postare le verità nella speranza che qualcuno apra gli occhi.Non posso tra le lacrime darti un forte abbraccio a dirti di continuare a lottare per i tuoi figli sperando nel frattempo nel nostro piccolo sperare di salvarne altri

|

Grazie mamma,continua ad essere così forte, e grazie per aver condiviso con noi la tua storia, sei una donna da ammirare.