Salta al contenuto principale

L'Enel continua a fare come vuole alla Cona. Seconda notte per cercare i cavi mentre i parcheggi

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Una volta c'erano delle squadre sul territorio, squadre dell'enel che come i rabdomanti con l'acqua trovano i cavi elettrici a occhi chiusi.
Quando si subappalta c'è bisogno di tutela e di assistenza alle ditte che vengono a compiere i lavori.
Nella prima notte, nessun controllo da parte del Comune di Teramo, nessun addetto dell'enel a supporto delle squadre sul campo, i risultati?
I cavi non sono stati trovati e c'è stato bisogno di una seconda notte che d'estate a finestre aperte per il gran caldo, significa altra notturna insonnia di passione.
Questo è il quartiere Cona?
Marciapiedi invasi dalla erba alta e non è la nuova Venezia; Cartelli stradali illeggibili; marciapiedi distrutti; manto stradale bombardato dalla mancanza di un serio tavolo di lavoro programmato.
Domani?
Non c'è certezza...https://www.youtube.com/watch?v=y8E_dZfO1vo



 

Commenta

Commenti

Avevo dato fiducia a questa amministrazione! Ahimè