Salta al contenuto principale
|

Teramo. A pezzi il nuovo asfalto della fibra. Chi controlla?

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Chi dovrebbe controllare i lavori di ripristino dei lavori per l'installazione della fibra?
Chi dovrebbe valutare se gli stessi siano stati eseguiti a regola d'arte?
Basta andare a Circonvallazione Spalato per sentirsi offesi e i teramani, denunciano anche la grave situazione di viale Bovio, dove il pericolo continua ad essere per i pedoni e i ciclisti.
https://www.youtube.com/watch?v=VCa--Bk_tzY
 

Commenta

Commenti

Nomina sunt consequentia rerum ... Terzinus Di Giandomenicus: nomen omen.

Fino a quando si spende denaro pubblico, va tutto bene, qualcuno guadagna e vale la regola di "com'è fatto è fatto" . Una volta c'era la buona regola d'arte ma.....una volta, mica oggi. Non vi lamentate, dopotutto vivete in Italia dove tutto per i più va bene così e per pochi è da ripensare e rifare da capo. Auguri a tutti tranne a chiunque ha contribuito e continua a contribuire per lo scempio dell'Italia.

Noi abbiamo criticato subito i lavori dell open fiber ma siamo stati accusati di non essere aperti al progresso... prgresso che tra poco supera' l open fiber per avereil 5g . Insomma i danni restano e il progresso va oltre

Ma prima di tutti questi danni causati, ci si è domandati come la società, Open Fiber spa, abbia potuto cominciare ad operare in Teramo dopo SOLO che sono scaduti i termini delle concessioni avute ( a aggiudicate) fino al 3 livello? Hanno stipulato la locazione della loro “centrale” già dopo i termini in cui il progetto sarebbe dovuto essere iniziato e i tra mesi - previsti dai termini di legge- con tutte le dovute autorizzazioni.
Gradirei una delucidazione, grazie.