Salta al contenuto principale
|

La Teramo Ambiente rischia di perdere Termoli...nessuno ne parla. Perchè?

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Una commessa per oltre quattro milioni di euro.
Fino al 2024.
Termoli e la Teramo Ambiente un rapporto che tra la gara, vinta nel 2008 per sette anni di gestione e le cinque proroghe, si prolunga da ben 9 anni.
Ricorsi a parte, commissione dall'altra parte, le buste delle offerte dovrebbero essere aperte nelle prossime settimane.
Si esclude un'altra proroga, visto il parere negativo dell'Anac di Raffaele Cantone che aveva "bacchettato in precedenza l'Amministrazione Sbrocca.
Una base d'asta di oltre 4 milioni di euro che vede in competizione tre ditte abruzzesi.
La Teramo Ambiente che si trascina dietro molte critiche, la Teknenko che ha un'esperienza di gestione rifiuti nel Basso Biferno (  Portocannone e Ururi,Guglionesi, Larino, Montecilfone, Montenero di Bisaccia, Campomarino, San Giacomo degli Schiavoni, Petacciato) e una terza azienda del settore sempre abruzzese.

Immaginate la Teramo Ambiente con costi del personale per milioni di euro, con i crediti da esigere dal comune di Teramo, ( a proposito gli atti sono stati fatti?) perdere la gara di Termoli, sarebbe il default?
L'importante è il silenzio assoluto.
Ci sono altri argomenti fondamentali che aleggiano nell'omertà più tacita sulla prossima gara per il socio privato. ( https://iduepunti.it/16-09-2017/la-gara-della-teramo-ambiente-sotto-la-lente-dingrandimento )

La verità velata, offuscata, occultata, eclissata?
Gravi segreti aziendali che sveleremo nelle prossime puntate.

...e non finisce qui...


 

Commenta