Salta al contenuto principale
|

Il comune di Teramo non risponde sul contratto Cona. Ricorso al Tar...

4 minuti

Nello scorso mese di luglio, in seno al Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Teramo presieduto daGiuliano Lucenti  si è tenuto un incontro a cui hanno partecipato il Comitato di Quartiere della Cona - Fonte Baiano - Piano Solare rappresentato dal suo PresidenteDomenico Bucciarelli e dall’Associazione “Teramo Città Solidale & Cittadinanza Attiva” nella persona dell'Arch. Raffaele Raiola.

Oggetto della riunione è stata la riesamina delle istanze formulate dal Comitato di Quartiere Cona - Fonte Baiano - Piano Solare concernenti il procedimento amministrativo relativo agli interventi del progetto denominato “Contratto di Quartiere II Cona”.

Gli interventi previsti in progetto da realizzare nel quartiere ammontavano alla somma complessiva di € 5.000.000,00 di cui 3.000.000,00  a carico della parte privata e di  € 2.000.000,00 a carico della parte pubblica che prevedevano quale soggetto attuatore il Comune di Teramo per  le seguenti opere:

  • percorso interno scuole                                                     per €    507.980,00
  • completamento parco fluviale Tordino                           per €    271.012,00
  • restauro Fornace Cona                                                       per € 1.221.008,00

          Totale intervento a carico della parte pubblica             per € 2.000.000,00

Da un’attenta analisi e valutazione dei documenti in possesso del suindicato Comitato di Quartiere si prendeva atto che nessuno dei tre interventi era stato ultimato e che alcuni a carico della parte privata non avevano neanche avuto inizio.

Pertanto, si conferiva mandato all’Arch. Raffaele Raiola in qualità di Presidente dell’Associazione “Teramo Città Solidale & Cittadinanza Attiva” di presentare formale richiesta di accesso civico generalizzato ai dati detenuti dalla Pubblica Amministrazione ai sensi del D. Lgs. n. 33/2013 e successive modifiche e integrazioni.

In data 27 luglio 2017 a mezzo P.E.C., (Posta Elettronica Certificata) l’Arch. Raiola inviava all’ufficio competente del Comune di Teramo la suddetta istanza contenente la pedissequa elencazione di tutti gli atti e i documenti necessari che si richiedevano al fine di conoscere lo stato delle procedure amministrative adottate dalla Pubblica Amministrazione per l’attuazione degli interventi sopra indicati.

Preso atto che allo spirare del termine di 30 giorni successivi alla presentazione della richiesta non perveniva dagli uffici del Comune di Teramo alcuna risposta e/o documentazione in merito, accertata l’esistenza dei presupposti di legge, il Presidente del Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Teramo unitamente al Presidente del Comitato di Quartiere Cona - Fonte Baiano - Piano Solare e al Presidente dell’Associazione “Teramo Città Solidale & Cittadinanza Attiva”, comunicano di avere presentato apposito ricorso innanzi al T.A.R.  Abruzzo di L’Aquila.

Con l’auspicio che venga fatta piena luce su di una vicenda tanto annosa quanto complessa e, che il Comune di Teramo muti il metodo non trasparente sopra rappresentato di procedere all'espletamento dell’attività politico amministrativa e di relazionarsi con i suoi cittadini si inviano i più distinti saluti.

Teramo, 29 settembre 2017

F.to Giuliano LUCENTI

Presidente Coordinamento Comitati di Quartiere di Teramo

F.to Domenico BUCCIARELLI

Presidente Comitato di Quartiere Cona, Fonte Baiano e Piano Solare

F.to Raffaele RAIOLA

Presidente Associazione “Teramo Città Solidale & Cittadinanza Attiva”

Commenta