Salta al contenuto principale
|

Ricostruzione: Sale la protesta degli inquilini Ater

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Non rivedremo più le nostre case.
Ho la terza elementare e forse non mi so spiegare.
Eppure quell'umanità, quel senso di appartenenza, quei valori, valgono una laurea all'Università della vita.
Ascoltate...https://www.youtube.com/watch?v=saCVomDyjK4&feature=youtu.be

Commenta

Commenti

La copla é in chi ha creduto fon dall inizio alle favole. Non dovevano facilitare gli stessi abitanti la inagibilita dell ente perche alla fine i risultati si sono visti.hanno ecceduto con inagibiluta fantasma per avere risorse in piu invece hanno contribuito a distruggere aree gia degradate prima del terremoto

sono case popolari non di proprietà, non vedo la protesta nel pretendere che vengano aggiustate e subito....una casa vale l'altra.

Grande giancarlo e complimenti a questi bravi cittadini che con semplicità e chiarezza hanno dato uno schiaffo morale ai.nostri politici e amministratori tutti che dovrebbero solo vergognarsi

@anonimo, anche se le case non sono di proprietà, ci provi Lei a vivere fuori dalle mura che per anni hanno accompagnato la vita di molti. L'ATER ha avuto diversi finanziamenti x mettere a norma o per fare la manutenzione MAI FATTA e ora aspettano i rimborsi x il terremoto. Cmq continui beato a vivere nella sua casa di proprietà.