Salta al contenuto principale

Coronavirus: vaccinazioni, precisazioni su caregiver e familiari conviventi

1 minuto

Sono state ulteriormente precisate le categorie di caregiver che possono iscriversi alla piattaforma regionale per la vaccinazione anti Covid 19.

Lo comunica l’Assessorato alla Salute.

Possono esprimere la propria manifestazione di interesse al vaccino i familiari conviventi di persone estremamente vulnerabili rientranti nel seguente elenco:

  • malattie neurologiche (pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive);
  • malattie autoimmuni – immunodeficienze primitive (pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico e pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza);
  • patologia oncologica (pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure);
  • trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche (pazienti in lista d'attesa o trapiantati di organo solido, pazienti in attesa o sottoposti a trapianto (sia autologo che allogenico) di cellule staminali emopoietiche (CSE) dopo i 3 mesi e fino a un anno, quando viene generalmente sospesa la terapia immunosoppressiva; pazienti trapiantati di CSE anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l'ospite cronica, in terapia immunosoppressiva).

Per iscriversi è necessario immettere il codice fiscale del familiare.

Possono inoltre aderire alla piattaforma i genitori (oltre a tutori e affidatari) di minori che rientrano nella definizione di estremamente vulnerabili e che non possono essere vaccinati per mancanza di vaccini indicati per la lor fascia di età.

Per questi casi è necessario immettere il codice fiscale del minore.

La piattaforma per le manifestazioni di interesse è quella regionale, raggiungibile al sito sanita.regione.abruzzo.it

Commenta

Commenti

quindi tutti i familiari possono chiedere di essere vaccinati come cargiver o uno solo??

Ma che cos'è questa novità dei "caregiver"? Avete idea di come si pronuncia? Siete sicuri di essere in grado di farlo correttamente, da bravi inglesi? Il termine "assistente" non è abbastanza dignitoso? O forse ci si vergogna della nostra meravigliosa lingua?

Scusate... ma chi si vaccina non è immune dal covid, lo prenderà in forma leggera o asintomatica ma sarà anche portatore della malattia.

Porto il mio contributo in quanto interessato. Mia madre invalida civile e handicap in situazione di gravità ai sensi comma 3 art 3 legge 104/92. Io caregiver esclusivo ai sensi art 33 comma 3 legge 104/92. Ho fatto l'errore di chiedere la vaccinazione di mia madre in qualità di ultraottantenne e non come invalida (in questo caso mi avrebbero vaccinato nella stessa seduta di mia madre ) come sperimentato da colleghi e conoscenti, tra l'altro Ho successivamente inserito la richiesta sul portale regionale come caregiver. Nessuna chiamata per ora né info in merito né la minima previsione. Come sempre in questo Paese bisogna conoscere tutte le necessarie furbizie per cavarsela. È soprattutto, anche se ne hai diritto, non devi sbagliare click.

Buonasera, mio marito Roberto Di Francesco, disabile grave in carrozzina invalido al 100% ed io come caregiver , abbiamo inserito la richiesta di vaccinazione nella seguente modalità: il 16/04 il nostro medico di famiglia inserisce la richiesta sul portale Regione per Roberto e il giorno successivo inserisco il mio quale caregiver ricevendo mail di conferma . Visto che non arrivano chiamate , inserisco nuovamente la richiesta sul portale il 26/04 x entrambi e mi permette nuovo inserimento con relativa mail di conferma.
Sono trascorse praticamente 2 settimane ma non abbiamo ricevuta nessuna chiamata.
Volevo segnalare anche tramite voi nella speranza che ci sia una certa sollecitudine trattandosi di persona con grave disabilità ed io assistente . Grazie .