Salta al contenuto principale

Il Sabato Teramano tra ragazzi senza mascherina, atti vandalici e ubriachezza molesta...

di Giancarlo Falconi
2 minuti

22 lettere firmate.
22 messaggi di persone incredule, senza parole, esterrefatte.
22 messaggi in zona arancione, tra le varianti universali di un virus che vive tra di noi e continua a uccidere.
Ci scrivono
" Salve Giancarlo,
Sicuramente avrete ricevuto tantissime segnalazioni in merito ma non riesco a far finta di niente o girare la testa dall'altra parte....
Questa sera dopo tanto tempo riesco a farmi due passi in centro con mio marito e la mia bimba di 6 anni....
Probabilmente problemi di illuminazione... Comunque corso San Giorgio e piazza Martiri erano al buio.....una desolazione unica..... Gruppi di giovanissimi senza mascherina a consumare superalcolici e fumare.... Non ho visto nessuna pattuglia delle Forze dell'Ordine.....
In particolare in via Capuani difronte al supermercato  stavano beati a bivaccare nell'indifferenza generale dei passanti.... Non so... Io sinceramente mi sono scandalizzata.... Ho fatto un paio di foto ma erano di spalle.... Volevo chiamare i vigili urbani....ma non posso credere che non lo sappiano già.... Non posso credere che i residenti, i clienti del supermercato, gli stessi dipendenti non abbiano mai segnalato la cosa....
Si saranno abituati evidentemente....
Io ci sono rimasta male...sicuramente nel ricordo della bella Teramo viva ma allo stesso tempo tranquilla e sicura che non c'è più......
Grazie per l'attenzione
Buona domenica
Lettera Firmata


Vi ricordate i sampietrini di piazza Martiri?
Quelli accanto a via della Verdura. Quelli dei lavori di ripristino della Fibra. Quelli che hanno creato una buca e che sono pronti a essere utilizzati. Quelli che alcuni ragazzi ubriachi hanno raccolto e scagliati nell'androne di una casa in via Palma. Quelli che avevamo segnalato con tre servizi. Quelli che possono diventare armi improprie. Quelli che ieri avrebbero potuto ferire una persona. Quelli che dopo mesi continuano a essere un pericolo per chi ama il decoro e la bellezza di una Città capoluogo. Quelli, appunto. 

Commenta

Commenti

Signora mia se si da la possibilità di vendere alcool il risultato non può che essere questo.

Aggiungo, caro Giancarlo: l’indifferenza generale riguarda tutti, a cominciare dalle forze dell’ordine, il Sindaco ed il signor Prefetto, figura che dovrebbe in qualche modo giustificare la sua ragion d’essere. Il fenomeno dello sballo ormai si sta radicando e recuperare sarà sempre più difficile.

SANPIETRINO e SANBOMBARDINO MARTIRI

Assenteismo e.menefreghismo totale,i cittadini teramani,non.meritano certamente tutto.questo.
Ho l'età.per ricordare da ragazzo,quando.le chiavi di casa erano lasciate sulle serrature dei portoni di.i.ingresso.Non.avevamo tre quattro televisori non avevamo i cellulari ed i tablet ,non.avevamo due o.tre auto per famiglia,ma avevamo la tranquillità,la solidarietà il.rispetto e l'affetto dei nostri cari e dei vicini di casa.Quando vorrei privarmi di questa tecnologia e poter tornare a quei tempi di sacrifici si ma,colmi di valori e con tantissima voglia di migliorare le condizioni di vita.

Caro Giancarlo
Nessuno ha la volonta' di risolvere un problema risolvibile, dunque questi articoli sarai costretto a scrivere nei prossimi 20 anni quando questa generazione iniziera' ad avere problemi seri di fegato.

Anche se l'aumento della desolazione civile che si registra in questa città è purtroppo un dato di fatto, con responsabilità o mancanza di programmazione sociale a diversi livelli, la mancanza di illuminazione lamentata nella lettera firmata è l'unica nota positiva (nel "buio" cittadino) considerato che il Comune di Teramo ha aderito con sensibilità e convinzione all'evento mondiale dell'Ora della Terra spegnendo l'illuminazione in parte del centro storico.
http://www.oradellaterra.org/

Quando la cura è peggiore della malattia. Scuole chiuse, palestre chiuse, attività sportive represse, socializzazione educativa repressa. Vi lamentate di una gioventù allo sbando adesso? Svegliatevi !

La bella teramo viva ma tranquilla e sicura??
In quale era geologica?

Sabato scorso nel primissimo pomeriggio vado a fare la spesa e alla cassa di fianco tre giovani acquistavano tre cartoni di Campari. La cassiera ha chiesto a uno dei tre, quello che pagava, la carta di identità per verificare che fosse maggiorenne e ha ricordato loro che gli assembramenti sono vietati....... la risposta è stata una sonora risata dei tre!

Quoto Lella.
Se ai ragazzi togliete tutto questi sono i risultati. Degrado di Stato.

L'emergenza educativa a Teramo c'era anche prima della pandemia e va avanti da più di dieci anni. Manca un'unità d'intenti profonda tra le varie istituzioni pubbliche e l'associazionismo locale nel porre un'attenzione seria su come dialogare con le nuove generazioni per renderli partecipi della vita sociale cittadina. Loro saranno i cittadini adulti che tra qualche anno avranno in mano le redini della loro e della nostra città.

Cosa ci si aspettava dopo un anno di repressione? Ragazzi gioiosi, allegri, propositivi, che guardano al futuro con fiducia ed ottimismo?
Leggo indignate critiche di questi scellerati, mbè questi scellerati come li choamate voi, stanno gridando aiuto, a modo loro. Nel modo più sbagliato, nel modo che forse solo conoscono, grazie anche a degli adulti e ad una società che ha nel tempo dato un esempio di silenzioso degrado crescente. Esistono anche i bravi ragazzi, che utlano nel loro silenzio anche loro, ma siamo troppo impegnati per ascoltarli e dar loro il buon esempio, dal loro la possibilità di conoscere che esiste un'altra strada per reagire al dolore.
I ragazzi crescono con il nostro esempio, non con le nostre parole. Ma parlare ed indignarsi è molto più semplice

Colpa di.tutti tranne che dei genitori quindi...