Salta al contenuto principale
|

Mazzette negli appalti pubblici. Ai domiciliari sette persone tra amministratori e imprenditori

1 minuto

Il solito presunto giro di appalti, mazzette e corruzione.
La base di una nuova inchiesta della Mobile de L'Aquila, denominata Mail List, su delega della Procura di Avezzano. ( pm titolari dell'inchiesta, Roberto Savelli e Maurizio Maria Cerrato).
Sette ordinanze  di custodia cautelare agli arresti domiciliari.
I reati contestati sarebbero di corruzione,  falso e rivelazione di segreto d’ufficio e turbata libertà degli incanti,
Pubblici funzionari, amministratori locali, imprenditori in tutto il territorio abruzzese.
Tra la Marsica e Teramo.
Nello specifico a Montorio dove l'ordinanza del gip del tribunale di Avezzano è stata emessa nei confronti dell'imprenditore Emiliano Pompa.

Ecco la lista.
1) Giuseppe D'Angelo,
 di Guardiagrele e sindaco del comune di Casacanditella 2) Emiliano Pompa, di Teramo, residente a Montorio al Vomano, imprenditore 3) Antonio Ruggeri, di Pescina (Aq), specializzato in consulenza di Diritto Societario.4) Sergio Giancaterino, di Penne, imprenditore 5) Antonio Ranieri, di L'Aquila, pubblico ufficiale con incarico di RUP presso Comune di Campotosto 6) Paolo Di Pietro, di  Canistro e vice sindaco del Comune di Canistro 7) Giuseppe Venturini, di Tagliacozzo consigliere della società a capitale pubblico CAM

 


 

 

articolo in aggiornamento....

Commenta

Commenti

|

SIAMO UN POPOLO DI DISONESTI!!!!!!!

|

Siamo un popolo di giudici; tutti nati con la toga, la spada e la bilancia.
Per dichiarare colpevole qualcuno ci vogliono tre gradi di giudizio .
Non basta un arresto o un avviso di garanzia!

|

Abbiamo scritto presunti reati.

Le parole sono importanti.

|

L'anonimo ha "ragione". Di corrotti e di corruttori in galera ce ne sono pochissimi nel bel paese rovinato da corrotti e corruttori.

|

In merito alla news spenderei questa considerazione totalmente spontanea:
Se mi fossi comportato nella totale legalità non avrei oggi nulla di che preoccuparmi...
Esistono pregiudizi, chiacchiere e concretezza.