Salta al contenuto principale
|

La verità sul prossimo piano neve

2 minuti

il 26 settembre madre natura ci ha dato il primo vero assaggio dell’autunno.
 Un’anteprima di pioggia, tuoni e fulmini.
Non l’uragano dei Caraibi. Eppure mezza città è tornata al brivido del lume di candela.  E’ solo l’autunno ed arriverà l’inverno  la cui sola idea – ora – nel 2017 incute terrore.
A gennaio di questo stesso anno l’intera provincia di Teramo si è ritrovata isolata dalla neve, dal buio, dal terremoto. Abbiamo sperimentato meno di nove mesi fa che le istituzioni preposte: Prefettura, Comuni, Provincia e Protezione Civile  non  avevano mai predisposto un piano di gestione delle emergenze.

Si sono ritrovati all’improvviso tutti intorno ad un tavolo ad urlarsi addosso, a farsi urlare addosso dai cittadini, a dimostrare la totale inettitudine . già perché in una provincia ad elevatissimo rischio sismico ed idrogeologico le mamme di famiglia  progettano strategie di sopravvivenza in situazioni estreme, ma le istituzioni no.

Dopo quei giorni ci sarebbe piaciuto vederli di nuovo intorno al tavolo per progettare subito – in sinergia – il piano mancante nella tragedia appena vissuta.  Ci sarebbe piaciuto che ci avessero comunicato – in momenti di calma piatta – chi fa cosa nell’emergenza .  Ci sarebbe piaciuto vederli controllare da vicino i lavori di ripristino della rete elettrica . Avremmo voluto che ci aiutassero a tornare alla normalità, a credere che non ci sarà più una gestione così scellerata. Che adesso siamo pronti.

Allora signori. Siamo qui. E’ la fine di settembre e vogliamo sapere cosa ci aspetta.

Vogliamo sapere  cosa è stato fatto e cosa manca.
Vogliamo che il piano per la gestione delle emergenze  - TUTTE – sia reso pubblico o che sia reso pubblico lo stato di redazione.
Siamo qui, in piedi nonostante voi e facciamo l’appello. Chi non è in grado si dimetta. Ora. Il tempo è scaduto.

Lettera Firmata

Commenta

Commenti

Ma vogliamo sapere anche la verita' sulle scuole! Grazie!!!! Quando si decidono questi signori a dircelo???????

"campa cavallo che l'erba cresce"