Salta al contenuto principale

Teramo. Una colletta per la visita privata di controllo della signora Lucia...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Al tempo del Covid non ci si ammala per o con il Covid ma di ansia e tensione emotiva, per attacchi di panico, per mancate visite di controllo, per l'impossibilità di prenotare una prestazione sanitaria.
La storia è presto raccontata.
Salta la visita di controllo perchè tutto si è fermato all'Eboli teramano e i vicini di casa le pagano una visita sospesa da uno specialista.
Vi sembra un gesto normale in questo periodo dei nostri silenzi?
Il quartiere è San Berardo di Teramo e qui mi cancello.
Grazie. 
 

Commenta

Commenti

La protezione civile non era attrezzata con infermieri e medici per tutte le operazioni sanitarie, a pazienti fortemente a rischio, che normalmente si svolgono in ospedale ma che possono essere fatte a casa, poverini non avevano i soldi per pagare i suddetti fuori dal turno di lavoro, così molti andavano in ospedale. Ecco la prevenzione made in Italy. Firmato un infermiere

Ma solo oggi avete capito che chi non ha i mezzi sa da murì?

Sono tempi difficili per i cittadini, per la Sanità e per tutte le Istituzioni tutte.
Esistono realtà di organi e di professionisti che hanno messo a disposizione le proprie competenze a sostegno di chi, in questo particolare momento storico e sociale, ne ravvisi il bisogno.
Non so se ciò può rispondere, almeno in parte, alle specifiche esigenze della persona della quale si parla, certo può esserlo per altri lettori.
Lascio alcuni link dove poter ricavare informazioni su alcune delle iniziative gratuite di ascolto psicologico-psichiatrico.

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuo…

http://www.associazionestudipsicoanalitici.it/it/2016-08-26-12-55-55/as…

Complimenti Gianky di aver portato alla luce cittadina, l ennesimo scandalo,ma è eufemico il terrmine, che lo Stato italiano perpetrata verso i propri cittadini...
Costoro che ci governano sono in balia dei propri tornaconti elettorali ed economici lasciandoci alla deriva...
Chapeau per i cittadini più vicini alla signora in questione.....e mi auguro quanto prima il capitolare di questa nomenclatura governativa.
Grazie!