Salta al contenuto principale
|

La Teramo che conta si chiama solidarietà...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Scrive Abruzzo onlus " Grazie a tutti coloro che hanno collaborato alla straordinaria riuscita66565 dell'evento di beneficienza a favore di Riccardo e Giampaolo, in occasione della serata inaugurale della rassegna "Non resta che la Musica" organizzata dal Conservatorio Braga. Grazie a Federico Paci direttore dell'istituto Braga, a Stefano Befacchia preziosissimo ponte tra il Conservatorio e l'Associazione, a Nicola Croce che ha collaborato all'organizzazione e realizzazione della serata evento. Ringraziamo Giacomo Di Gaetano e Giovanni Di Marco che hanno realizzato e decorato con perizia e creatività l'opera che ha raccolto le vostre offerte. Grazie a Marco Santoro e uyuuuPatrizia Russo che hanno accolto gli spettatori, grazie ai tifosi del Teramo calcio che hanno partecipato all'iniziativa e dimostrato vicinanza a Riccardo. Un particolare ringraziamento alle infaticabili super mamme della nostra associazione Sabrina, Nicoletta, Virginia, Lina, Patrizia e Alessandra e al sempre presente papà Paolo.Avete dimostrato che essere uniti rende capaci di raggiungere grandi obiettivi #TutticonRiccardo".

Ci sarebbero tanti nomi da aggiungere da Chiara Ciminà a Dario Verzulli, anime vere che si sentono a pelle.
Sotto traccia.
Erso Nori della Cooperativa sociale  Filadelfia che ha garantito mesi e mesi di assistenza per Riccardo.
Chi mancava?
La Teramo con i conti correnti nutriti per lignaggio personale, affari e altre abilità.
Quella Teramo che in una serata di Gala, in una foto da social è capace di spendere due anni di autismo ma che non è in grado di rimanere anonima, per un gesto che copre la distanza dell'amore.
Ecco, quelli che tutti definiscono la Teramo Bene non sa contare sulla vita e sulla bellezza della solidarietà.
Gli oratori del cuore, oggi, a Teramo, fanno rete.
Grazie. 

Commenta