Salta al contenuto principale

TEramo. Alcol, assembramenti, pochi controlli. Intanto altre 4 classi in quarantena e positivi nei pochi test pre scuola...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

La sconfitta di Teramo e della sua provincia.
La sconfitta di Teramo, della sua  provincia, dell'Abruzzo e dell'intero Paese.
Mentre in piazza Martiri c'era talmente assembramento che alla fine le forze dell'Ordine si sono arrese; mentre i "bicchieristi stanziali" hanno fatto chiudere un bar per l'impossibilità di gestire la situazione, rischiando altre serrate; mentre a Nereto nello screening pre scuola 16 studenti su 426 sono risultati positivi e saranno sottoposti a tampone molecolare asl; mentre a Teramo non si sono fatti e quindi abbiamo zero positivi; mentre 4 quattro classi alla Scuola Savini sono in quarantena per un docente positivo con sospetta variante; mentre ci sono tante altre classi in quarantena: mentre a Giulianova c'è il primo caso di variante brasiliana; mentre venivamo dileggiati in piazza paragonandoci a delle meretrici o gigolette, chiediamo scusa alle meretrici o gigolette ma almeno in molti faranno una ricerca su google e studieranno; mentre questi coretti di voci bianche sono stati fatti da lontano; mentre si cercano ragazzi coraggiosi o almeno branchi coraggiosi; mentre questi ansiosi da prestazioni e dal bicchiere in mano;  mentre nel lungo fiume di Teramo, fiumi di birra e di feste; mentre alla Gammarana ci si curava con arrosticini pubblici e birra tutto in zona arancione; mentre un ragazzo è stato intubato e mentre in oltre 1 anno di pandemia non abbiamo avuto la cultura del rispetto delle regole, del rispetto dei morti, del rispetto dei familiari dei morti, del rispetto di chi rispetta il suo prossimo, perchè si può e si deve riaprire ma in sicurezza, mentre tutto questo, il nostro pensiero corre verso chi sta male, ai loro familiari e al prossimo presente. 


 

Commenta

Commenti

Il solito moralista.
Falla finita e fatti uno spritz invece di rompere.
Prosit

Caro disco rotto, la invito a bere ma cercando di mantenere la distanza per lei e i suoi cari. Troppe persone come lei hanno contagiato altre persone.

L'ignoranza purtroppo è la peggiore pandemia.

Da tempo non attraversavo il centro della nostra Teramo da Piazza Garibaldi fino.a piazza Sant'Anna passando per Piazza Martiri.
Sono.rimasto scioccato ed indignato per le centinaia e centinaia di ragazzi e ragazze che con e senza mascherina , stazionavano nei.pressi dei vari bar e gelaterie.e, la maggior parte di loro con.bottigliette di.birra o campari in.mano.
Veramente uno.spettacolo indegno pensando. soprattutto ,dopo aver.letto nella tua.rapprresentazione sopra Giancarlo,che.le forze dell ordine,in numero scarsissimo,alla fine.hanno.preferito desistere..
Purtroppo il.ripetersi di queste scene nelle.nostre città ,certamente non.ci aiuterà mai ad uscire da questa pandemia.

Giancarlo la gente ormai è sfanca...non abbiamo piu nulla di certo sui vaccuni sui tempi di somministrazione ... sui tempi di fine covid... non ci sono cerrezze e si sda vivendo sempre pij nel caos.non ne usciremo dalla pandemia ma non possiamo neanche pensare di trascorrere anni di vita in quesra maniera.

Già firmarsi UN DISCO ROTTO, non mi sembra il massimo.........se poi inoltre lui vuol anche disconoscere la realtà dei fatti non saprei cosa dire.
Forse.queste sue considerazioni su dinte te Giancarlo,saranno il.frutto dell'effetto.degli.spritz?

Ma le forse dell'ordine dove stanno? possibile che ogni sabato fanno sempre gli stessi baccanali e nessuno controlla? lo sanno tutti ma loro non controllano. Come funziona? Bravi ragazzi seguite l'esempio delle forse dell'ordine! Visto che non controllano penso che fate bene a divertirvi!

i teramani sono sconfitti anche senza covid.....che senso ha riversarsi tutti in piazza??.....usate i salotti di casa.....

La loro coscienza civile maturerà solo se faranno un'esperienza profonda di volontariato a servizio degli altri con un cuore orientato al bene comune. Se tutte le istituzioni non pongono come priorità il benessere interiore e morale dei ragazzi e dei giovani partendo dall'ascolto delle loro più profonde esigenze per poi insieme realizzare percorsi che conducano a progetti concreti in cui si sentano partecipi al bene della loro città questi episodi continueranno a ripetersi.

Perchè......sopratutto i giovani......ancora non capiscono cosa sta succedendo in un periodo in cui l'età media dei contagiati si sta abbassando paurosamente perché gli anziani si stanno vaccinando ed i giovani fanno assembramenti senza mascherina e senza essersi accorti dei morti.......anche vicini a loro tra parenti e amici.

Buongiorno, vorrei conoscere luogo e data dello scatto pubblicato in questo articolo. O la sua ufficiale provenienza. Grazie

Caro Giancarlo, penso che gratificare di una replica “ disco rotto” sia un eccesso di generosità assolutamente gratuito nei confronti di un individuo evidentemente già rotto dentro , cui non resta altro che annegare nell’alcol la propria pochezza ed ignoranza facendo ricorso al termine moralista, di cui , annebbiato, non conosce evidentemente il significato. Non parliamo ,poi, di quell’altro che propone come alternativa allo scorrere del tempo l’abbeveraggio palliativo. Ma di che cazzo parliamo?

Cara La concy, lei chi è?
Grazie. 
Nome e cognome, ci si presenta quando si fanno delle richieste...
 

dalle piazze piene degli aperistreet all'alcolismo collettivo, Complimenti Teramo!

Un disco rotto, ti stimo fratello.

Sarebbe bello leggere commenti propositivi che tengano conto di come poter coinvolgere i ragazzi e i giovani nel farli sentire partecipi della vita culturale e sociale del proprio comune partendo dal loro ascolto. Le varie agenzie educative in un momento così delicato dovrebbero preoccuparsi di dialogare con loro cercando insieme il modo di come poter stare bene insieme e poter essere utili a se stessi e agli altri. Se questo obiettivo non verrà considerato continueremo a leggere episodi di questo genere.

Io mi aggiungo alla richiesta de "la Concy", quando e dove è stata scatta quella foto?