Salta al contenuto principale
|

Il dopo Brucchi: Estate Calda dei brucia candidati...

di Giancarlo Falconi
3 minuti

Tutti alla caccia del candidato di Paolo Gatti e di Futuro In.
Non tutti.
Solo gli amanti del gossip politico.
Il gioco del brucia candidato sotto il sol leone e tanti altri problemi.
Teramo ha diversi pensieri.
Il primo è quello di sopravvivere a questi simulacri eletti dal popolo.
Giochiamo anche noi ma con una noia mortale nel cuore.

L'avv. Gennaro Lettieri non fa testo.
Mi scuso per averlo solo nominato ma è tradizione in ogni periodo pre elettorale.
Porta fortuna.
Poi di seguito Stefano Cianciotta, Gianpaolo Calvarese e ultima in ordine di uscita, Enrica Salvatore/i.
L'enigma?
Salvatore o Salvatori.
La politica che ha nominato Enrica Salvatori o Salvatore ( qui la I  http://www.cityrumors.it/notizie-teramo/economia-teramo/177514-teramo-enrica-salvatori-presenta-la-sua-fondazione-tercas.html 
http://teramo.cq24.it/1.57217/cultura/abruzzo-teramo/3686/pineto-torna-il-festival-internazionale-dei-buskers-arti     qui la E http://www.fondazionetercas.it/fondazione/organi-e-cariche-istituzionali/ ) è la stessa che ha proposto Teramo Capitale della Cultura con a presidente, un non teramano ed espressione di un politica economica che ha portato il capoluogo di provincia, a essere una Città senza la propria Cassa di Risparmio.
Uno scandalo che avrebbe dovuto cancellare due generazioni di politici.
Invece?
Tutti in sella.
Da destra a sinistra.
Enrica Salvatori o Salvatore, rimane il dubbio sulla vocale finale e non certamente sulla qualità del presidente della fondazione Tercas, ha scelto di essere nominata dalla peggiore democrazia cristiana ( la minuscola è dovuta)  degli ultimi vent'anni.
La differenza?
Alla fine si è tutti complici in un matrimonio.
Stesse anime. 
Un nome che potrebbe chiudere il cerchio degli accordi tra Gatti e Tancredi che comprende il pacchetto Marco, fratello di Paolo, ( sarà nominato all'Authority per l'energia elettrica) candidato alla Regione e Paolo Gatti, con il quorum regionale, in corsa per il Senato.
Il duello sarà con il chietino sen. Di Stefano che ha promesso una grande campagna elettorale.
Alla Camera?
L'Aquila- Teramo sarà una donna con buona pace dei sensi per tutti.

Che ne pensano Giorgio D'Ignazio e l'ex sindaco Brucchi della candidatura Regionale di Marco Tancredi?

Gianni Chiodi?

Il suo silenzio?
Emblematico.
Li sorvola e corre a Roma direttamente senza passare dal via.
Candidatura blindata e altro futuro. 

La domanda dell'estate non è chi candiderà Paolo Gatti a sindaco di Teramo ma chi avrà il coraggio di pupare il candidato di Paolo Gatti per Futuro In.
Che cosa dirà nel suo primo discorso pubblico?
Farà outing?
Mi dissocio dalla peggiore giunta di sempre in cui noi eravamo la maggioranza?
Punteremo sulle scuole sicure?
Sul sociale?
Non vi lasceremo mai soli?
Ricostruiremo Teramo?

Un consiglio a Mister X o alla Signora X?

Una consiliatura e non legislatura ( Brucchi docet) sabatica.
I Figli che pagano le colpe dei padri?
No, al conto, ci stiamo pensando noi....





 

Commenta

Commenti

Si è così.
L'ago della bilancia?
Rudy Di Stefano.
Gatti perderà tanti voti. Vedrete che quorum.

Tana a Falconi e ai suoi due cari amici.
Un buon pranzo ieri ad Alba, vero.
Un abbraccio Giancà....

Ah, beh...se ci ritroviamo in questa situazione di declino e stallo permanente, gran parte del merito và al "partitone" Futuro In, maggior azionista di questa amministrazione da dimenticare.......ci manca pure che il "Leader" decida il nostro futuro sindaco....
Il loro modo di amministrare è ANCORA sotto gli occhi di tutti con scuole all'abbandono, strade disastrate, mancanza del benché minimo evento per intrattenere i pochi rimasti dal terremoto.....devono andarsi a nascondere, altro che pensare al prossimo giro!!!