Salta al contenuto principale
|

Antonio Di Matteo risponde sul rapporto tra Banca Tercas, Popolare di Bari e Banca D'Italia

di Giancarlo Falconi
2 minuti

In principio fu questo articolo https://iduepunti.it/23-12-2019/il-disegno-criminale-tra-banca-tercas-e-popolare-di-bari e di conseguenza la risposta dell'ex Direttore Tercas, Antonio Di Matteo.



Gent.mo Falconi,
non ho capito bene se la Sua è una chiamata in correita' o un velato, ma non troppo, invito a "vuotare il sacco" sugli intrighi e le manovre che a suo tempo portarono all'"eutanasia" di Tercas tra il 2011 e il 2013.
Ma devo deluderLa: sono 10 anni che questa vicenda si trascina in una palude di atti processuali e documenti che necessariamente ha avvolto nel fango, ritengo ingiustamente, decine di persone e per questo non intendo partecipare al tiro al piccione che si è scatenato.
Garantista come sono da sempre, contrariamente al trattamento riservato a me, non mi unisco al coro di "al lupo, al lupo" in corso, prima che dopo tre gradi di giudizio la Magistratura pronunci sentenze definitive.
Non conosco gli esponenti della Popolare di Bari se non per qualche improvvida dichiarazione del tempo che fu, ma non porto rancore a nessuno.
I protagonisti dell'eutanasia della Banca non sono solo in giro per l'Italia, ma molti sono a Teramo o teramani a Bari.
Fortunatamente siamo praticamente nel 2020 e forse è l'anno buono per arrivare a sentenza per le vicende Tercas. Finalmente, sia pure in primo grado.
Personalmente ho fiducia nella Magistratura e nella Banca d'Italia, così come in tutte le Istituzioni di questo Paese, ma questo non toglie che le Istituzioni tutte siano fatte di uomini e gli uomini possono a volte sbagliare.
Se in buona fede o in cattiva fede, lo può stabilire solo la Magistratura e non il pettegolezzo o il sospetto o la giustizia sommaria degli imbecilli o del leoni da tastiera.
Quando il processo in corso a Roma finalmente sarà terminato con una sentenza definitiva, avrà modo di leggere le mie riflessioni a freddo sulla vicenda in una raccolta scomposta di appunti dal titolo: Eutanasia di una banca.

Grazie per l'ospitalità.
Antonio Di Matteo
 

Commenta

Commenti

beato lui che ha fiducia in tutti, il cittadino normale oramai non più fiducia in niente e nessuno.

Che commento è quello di Tex?

Tex non è mica necessario commentare sempre e ad scorreggiam? Se non hai niente da dire taci.

Qui a Bari in tanti hanno sputato nel piatto in cui avevano mangiato.
È il comportamento dei vigliacchetti.

X Anonimo
qualcuno ha commentato tutte le stronzate che scrivi tu ?

Viro sapienti.