Salta al contenuto principale
|

Scuole alla teramana: I Musp? Pronti tra 6/12 mesi...

di Giancarlo Falconi
2 minuti

Una cosa è più certa di altre nella Teramo politica.
Scontato ripetere che le varie gestioni comunali, provinciali e regionali ( a pari merito con il centro sinistra) del centro destra teramano non hanno adeguato sismicamente gli istituti scolastici; non hanno valutato gli indici sismici; non hanno partecipato ai bandi della protezione civile; che in precedenza erano contrari ai Musp solo perchè proposti da un intelligente comitato di genitori; troppo facile farne una vis polemica e sarà il futuro candidato sindaco di Paolo Gatti a provare imbarazzo, quando nel suo programma inserirà la sicurezza scolastica, diviene stucchevole ricordare che il sindaco Brucchi non ha mai centrato una data.
I rimborsi delle multe ztl?
Il corso San Giorgio?
Il lotto zero?
I Vari cronoprogramma delle tantissime rotonde?
Un must che oramai è diventato un marchio di famiglia.
L'ultima?
I Musp scolastici pronti in 45 giorni.
Non è una dichiarazione del sindaco Brucchi  ma di mitomani ministeriali. 
Al Miur ancora ridono.
Al Ministero c'è chi ha dovuto interrompere una seduta per far uscire un simile spirito.
Il Commissario Errani pare che abbia deciso di dimettersi per non ascoltare simili dichiarazioni.
Il Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, avrebbe preso appunti per utilizzare in futuro il metodo Brucchi. 
La verità?
I Moduli provvisori scolastici tra ordine, preparazione, viaggio, installazione, infrastrutture, se tutto dovesse seguire il giusto iter burocratico avranno bisogno di  almeno di 6/12 mesi.
Allora perchè dire 45 giorni?
Perchè diviene un'aspirazione al miracolo italico. 
Perchè è il tempo che rimane all'Amministrazione Brucchi.
Perchè al popolo non va mai detta la verità ma solo l'intenzione di cura del problema.
Le scuole?
La San Giorgio, vi ripetiamo, non sarà riaperta e gli alunni adottati nel frattempo in aule censite libere.
Si cercherà di non fare i doppi turni e gli altri edifici sotto lo 0,2 potrebbero avere ottenuto uno sconto di pena.
Molinari compresa.
La Michelessi?
L'indice permetterà la riapertura senza nessun problema.
Scommettiamo?
Mancano 19  giorni al primo giorno di scuola e sta tutto apposto....

 

Commenta

Commenti

Il programma: Scuole sicure da destra a sinistra sarà sventolato come priorità...di frottole
Ricordatevi bene quando intrepidi verranno a chiedere il voto
Guardate le loro facce....da c....
Ma è mai possibile che ci meritiamo costoro???
Forse si ...x cui di cosa vogliamo lamentarci??!!
Siamo tutti invitati al prossimo aperistreet
Ognuno offre a se stesso

INUTILE SCRIVERE PARLARE TANTO CODESTI SIGNORI SONO SORDI E CIECHI, BISOGNA FARE UNA RIVOLUZIONE SCENDERE IN PIAZZA BLOCCARE LE STRADE CHE ORMAI NON ESISTONO PIÙ PERCHÉ' MAL RIDOTTE.

Giancá c'era un film.... Balle Spaziali... ecco questo mi sembrano le dichiarazioni dei politici italiani dal sindaco del comune al presidente della repubblica... Ma come si fa a credere che una Scuola puó essere pronta in 45gg ? Si, il Musp é una scuola vera, andate a L'Aquila e guardateli sono Prima di arrivare all'ospedale, a strisce bianche e verdi sulla sinistra. É vero, é prefabbricata, basta montarla. Ma non sono 4 mattoncini Lego!!!! E siccome in Italia niente é piú definitivo del provvisorio, considerate di andare a scuola nei musp per almeno 20 / 30 anni. Quelli dell'Aquila ne hanno giá 8, questo significa che devono essere fatti bene e ben mantenuti.
In conclusione, loro sono liberi di mentire, sta a noi scegliere di credergli e mentire a noi stessi oppure ribellarci e ficcargli le loro bugie su per il ...
Buona Giornata

Il Sindaco ha detto basta agli insulti via web.
Basta lo dico io!
Basta alla superficialità con la quale si amministra part time.
Basta agli spot elettoralistici.
Basta alle uscite ad effetto.
Basta alla boria autoreferenziale.
Basta alle chiacchiere al vento.
Tanto sarete rieletti lo stesso.
Continuerete a fare i vostri (sporchi) giochi.
Almeno risparmiatemi il fastidioso rumore delle vostre parole.
Pietà.

L'indice della San Giorgio è totalmente sbagliato e neanche ti poco...

Il sindaco..il sindaco..non dimenticatevi che se il dott.brucchi fa il sindaco è merito vostro ma soprattutto di futuro in nella persona di gatti...quindi tra poco si rivotera' è scommetto qualunque cosa che verranno rivotati....!!!b.giornata

Il prossimo programma elettorale comprenderà sicuramente la sicurezza nelle scuole o il progetto scuole sicure, come vogliamo chiamarlo. Questo perchè i nostri politici non conoscono la vergogna di ripresentarsi in pubblico e perchè noi, come ha giustamente qualcuno detto, li rivoteremo e questa è, altrettanto sicuramente, la parte peggiore del discorso, purtroppo. Il primo che avrà la faccia da culo da cavalcare l'onda del disgusto popolare presentandosi come la soluzione dei problemi dallo stesso creati dovrà essere preso a calci in culo. Abbiamo subito tante scosse, diamo una scossa alla nostra dignità. Come giustamente dice il Direttore i MUSP arriveranno tra mesi e nel frattempo? Il Sindaco dice che non chiuderà nessuna scuola o almeno è intenzionato a farlo e noi che diciamo? Ascolteremo il Ministro che non farà sconti sulla riapertura e sui tempi previsti dai programmi didattici? Ci sentiremo in qualche modo costretti a rimandare i figli a scuola con indici 0.20 rimodulati? Qual'è il senso? Chi ha creato questi nuovi limiti in una zona la cui evoluzione dal punto di vista sismico assume contorni sempre più preoccupanti con gli stessi esperti dell'INGV che non escludono altre forti scosse, visto l'anomalo evolversi della situazione? Il limite indicato è 0.65, chi l'ha portato a 0.20? La parola sicurezza non prevede punti interrogativi. I bambini hanno il diritto di avere scuole sicure e, un indice 0.20, prevedendo un sisma di elevata magnitudo a scuole piene, non dà nessuna garanzia. I miei figli andranno sicuramente in scuole sicure, a costo di togliere qualcosa ai miei interessi e al mio lavoro perchè non sopporterei di perderli per l'altrui idiozia e soprattutto sta a me proteggerli. Uno dei miei figli cerca ancora di sapere se la sua scuola, la Michelessi, è sicura cioè, se una scuola ristrutturata con una sopraelevazione su una precedentehia struttura, in un territorio dove alla luce dei fatti è possibile (speriamo mai avvenga) un sisma di elevata magnitudo, considerando nella valutazione del rischio la magnitudo più alta possibile a pieno carico della scuola, se appunto tale scuola ha indice di vulnerabilità >= 0.65, non 0.20. Aspetto risposte che non comportino rischi. Aspetto e poi porto i miei figli in altre direzioni e scusate ma io poco comprendo chi si sente costretto a scelte stupide. Ripeto, se qualcuno si allarma per lo spopolamento di Teramo deve avere l'onestà di guardarsi intorno e vedere cosa è rimasto di questa città, visto che non possiamo portare i nostri figli a scuola, non possiamo portarli a passeggiare o giocare in una struttura centrale come la Villa Comunale così come in un lungo fiume dove spadroneggiano randagi e cani aggressivi guidati, a volte, da esseri poco senzienti di razza umana e questo, senza sconfinare nel discorso furti in casa o inqinamenti vari. SICUREZZA ZERO. CONTROLLI? SOTTO ZERO. Non dobbiamo per forza passarci in mezzo per vedere e sperare qualsiasi cosa succeda agli altri, basta alzare lo sguardo.

Giovanni Foschi

Perchè devono essere sicure solo le scuole quando poi magari gli crollano addosso i palazzi di fianco??

Condivido quanto scrive il sig. PAPÀ, si qualcuno ci mette la faccia per protestare, ma molti stanno zitti perche hanno ricevuto favori posti di lavoro ecc. LA scuola noe lucidi: gente.che.ha fatto di.tutto per mandare i propri figli in quella scuola, e si scuola.VIP,.teramo.centro e mo protestate..ecc.ecc. Se pubblicato questo post abbiate il.coraggio di risponderere e smentirmi. Saluti.

SIGNORI , GLI UFFICI DEL MINISTERO SONO CONTRARI AI MUSP ! INFATTI A CIVITELLA HANNO PROVVEDUTO A RIEMPIRE ALTRI PLESSI E OCCUPARE UN PIANO ALL'HOTEL ERMOCOLLE .... E COSI' FARANNO A TERAMO (ALTRO CHE SEI MESI DI ATTESA ) .
UN CONSIGLIO AI GENITORI DEI DISCENTI : LEGGETE BENE TUTTE LE CARTE A DISPOSIZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E DEI PROPRIETARI DEI PLESSI , ANCHE CON L'AIUTO DI VALIDI PROFESSIONISTI , VI ACCORGERETE PERCHE' LE AMMINISTRAZIONI NON HANNO MAI PROVVEDUTO ALLE MANUTENZIONI STRAORDINARIE MA ANCHE A QUELLE ORDINARIE .
NEL FRATTEMPO ......... ASPETTIAMO I MUSP ( E TANTA PROPAGANDA ELETTORALE ) .

Il problema vero è che non abbiamo un sindaco, abbiamo Brucchi...non abbiamo in assessore all'istruzione, abbiamo la Provvisiero...non abbiamo un gruppo di amministratori, ma eterni malpancisti.....

Ma no, dai, vedrete che Gatti, da persona intelligente qual'è non presenterà alcun candidato sindaco!
Ci mancherebbe, poi, che da persona intelligente qual'è, desse modo ad un suo ipotetico candidato sindaco di mettere la "sicurezza delle scuole" come tema portante del programma elettorale....da lui alla Provvisiero sono passati più di 12 anni, in questo periodo l'assessorato alla pubblica istruzione è sempre stato di appartenenza del suo gruppo politico.....con quali risultati???

Mi appello a tutti i miei concittadini....al prossimo giro, siate responsabili e lungimiranti.

Ma Brucchi aveva detto un mese e mezzo! Eppure gli architetti avevano avvertito che, fosse anche che i musp fossero arrivati oggi, e fosse tutto pronto per fondazioni e allacci ai servizi, ci sarebbero voluti almeno due/tre mesi per il montaggio. Ma chi se ne frega dei tecnici; il comune di Teramo manco li invita ai tavoli di lavoro. Meglio cercare di abbindolare i genitori, magari con la scusa : "anche i miei figli vanno nelle stesse scuole". A San Giuliano di Puglia, sotto le macerie della scuola, morì anche il figlio del sindaco di allora!!! Con la sicurezza dei nostri figli non si scherza