Salta al contenuto principale

Lo avevamo annunciato. Campli dopo il National Geographic ora sul The Guardian

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Era il 1 Giugno quando il sindaco di Campli Federico Agostinelli, auspicava su Vera Tv ad una intervista sul The Guardian dopo la splendida citazione sul National Geographic.
http://www.veratv.it/index.php/2020/06/01/campli-il-borgo-abruzzese-celebrato-da-national-geographic/

Oggi la notizia annunciata sui social dal Primo Cittadino Farnese.
 

Iniziamo la settimana con una grande notizia #TheGuardian, uno dei più importanti quotidiani inglesi, tra i più autorevoli al mondo, ha dedicato un interessante approfondimento alla “rinascita dell’Italia rurale” dopo il lockdown e al turismo post Covid-19. Ecco come inizia l’articolo... 😉

✍️ “Quando in Italia è iniziato il lockdown, il poco noto borgo di Campli si è messo al lavoro. La missione era chiara: finire nelle guide turistiche. A Campli non mancano le attrazioni, con le chiese affrescate dagli allievi di Giotto e Raffaello, ettari di boschi lussureggianti e la più antica Sagra d’Abruzzo, tradizionale festival in cui si festeggia la succulenta Porchetta. E quando l’Italia ha riaperto i confini regionali il 3 giugno, Campli era pronta a passare all’incasso. “borGO!”, un nuovo pacchetto di iniziative, prende vita ogni sabato di giugno. Il centro storico, pedonalizzato, è concesso ai ristoratori, la Cattedrale e il Santuario della Scala Santa restano aperte fino alle 11; con visite guidate tra i principali monumenti come Palazzo Farnese”.

È un risultato che ci deve rendere tutti orgogliosi. Continuiamo a lavorare per far conoscere Campli in Italia e nel mondo. Grazie a tutta la mia squadra, il Vicesindaco, gli Assessori, i Consiglieri, l’Arcidiacono Parroco Don Adamo Varanesi, l’Associazione Memoria e Progetto che gestisce l’ufficio turistico e tutte le attività commerciali protagoniste di questa operazione di rilancio: #borGO!

La nostra estate è appena iniziata...

Commenta

Commenti

Campli sul The Guardian, Teramo su Don Pirlone.