Salta al contenuto principale

Teramo. Altri positivi alla Noè Lucidi. Il sindaco proroga la chiusura al 28 Novembre...

di Giancarlo Falconi
1 minuto

Noè Lucidi: prorogata la sospensione delle attività didattiche

in presenza fino al 28 Novembre

Il Sindaco ha da poco emanato una Ordinanza con la quale dispone la proroga dell’efficacia dell’ordinanza sindacale del 12 novembre scorso nella quale sanciva la sospensione delle attività didattiche in presenza per la Scuola Primaria Noè Lucidi e quindi dispone la sospensione temporanea in via cautelare delle attività in presenza per gli alunni ed il corpo docente del medesimo plesso scolastico sino al 28 Novembre prossimo.

L’atto è emanato dopo che l’amministrazione, visto l’avvicinarsi della scadenza del termine fissato al 21 Novembre, ha inviato alla ASL la richiesta dell’aggiornamento ad oggi dell’esito dei tamponi, al fine di avere indicazione anche di quanti restano in attesa. Altresì, Il Sindaco Gianguido D’Alberto e l’assessore alla Pubblica Istruzione Andrea Core hanno chiesto, sempre alla ASL, di valutare il rischio epidemiologico e le conseguenti valutazioni sulla riapertura della stessa scuola primaria. E’ stata inoltre sollecitata la valutazione sanitaria sulla sufficienza di interventi di panificazione/igienizzazione.

Stamane dalla ASL è pervenuta la risposta che, sulla scorta dell’ulteriore indagine epidemiologica effettuata e dei referti dei tamponi diagnostici molecolari effettuati su alunni e docenti, ha evidenziato un incremento delle positività. In particolare  la rilevazione indica altri 34 casi positivi, in diverse classi, rimanendo tra l’altro in attesa dell’esito di altri tamponi. Di conseguenza la stessa ASL consiglia di prolungare la didattica a distanza ma non rileva la necessità di ulteriori interventi di sanificazione visto che nelle settimane precedenti la scuola era stata chiusa.

Il Sindaco e l’assessore Core hanno pertanto ritenuto necessario proseguire nella sospensione, in rispondenza al principio di massima precauzione e ritenuto che le esigenze di tutela della salute siano prioritarie su ogni altra considerazione

Commenta

Commenti

Alla faccia di chi nega, in primis chi sappiamo noi, che i protocolli abbiano funzionato e la colpa sia dei genitori. Forse il cambio di mascherina fuori la scuola in pieno assembramento è uno degli efficaci protocolli adottati dalla scuola

Ma che bravi!!! E che strano!!!!! In altre scuole si chiudono delle sessioni oppure si isolano solo i positivi, qui si mette in isolamento per 15 giorni tutta la scuola! A prescindere!!!!!! Forse ce ne servono 21 di giorni o, perché no, si potrebbe prolungare la chiusura direttamente fino a gennaio o meglio ancora fino a settembre 2021. Per qualcuno è l'ideale vero????